Privacy Policy
Home / News / Troina, il 10 novembre in piazza contro intimidazione al progetto Legalità di razza

Troina, il 10 novembre in piazza contro intimidazione al progetto Legalità di razza

legalità di razza

(di Redazione) Al posto degli asinelli hanno fatto entrare le vacche. Esattamente come erano liberi di fare fino a poco tempo fa, quando i 4200 ettari di bosco di proprietà del Comune di Troina erano della disponibilità di alcune famiglie (sempre le stesse) che affittavano i terreni a 15 euro ad ettaro e poi incassavano fino a 400 euro con i finanziamenti europei senza produrre nulla.

legalità di razza

Oggi che le aziende dei clan sono colpite da interdittiva grazie all’azione di denuncia del sindaco di Troina Fabio Venezia, arriva il gesto di sfida e di intimidazione: nell’azienda agrosilvopastorale che il Comune ha deciso di condurre in proprio senza più concedere in affitto i terreni, nella notte tra il 29 e il 30 ottobre sono stati rotti i cancelli, danneggiati i recinti, le vacche di ignoti proprietari hanno invaso i terreni, le condutture d’acqua sono state distrutte e una ventina degli asinelli che venivamo allevati al suo interno sono andati dispersi.

legalità di razza

Per manifestare contro la mafia dei pascoli, per la legalità e per dare sostegno al sindaco Fabio Venezia e al direttore dell’azienda agrosilvopastorale del Comune, Angelo Impellizzeri, a Troina, per domenica 10 novembre, è prevista una manifestazione popolare. 

Grazie ai social raggiunti tutti: agricoltori, lavoratori, cittadini, associazioni antiracket, si troveranno alle 11 in piazza Borsellino Falcone per schierarsi con chi ha lanciato e sostiene il progetto “Legalità di razza” grazie al quale si sta cercando di restituire al territorio un’opportunità di sviluppo.

Dichiara in proposito Claudio Fava, presidente della Commissione regionale antimafia: «Il percorso virtuoso dell’amministrazione comunale di Troina per la riappropriazione e la gestione pubblica dei beni di quel territorio, va difeso. Gli episodi di intimidazione, l’ultimo quello verificatosi nei giorni scorsi a danno dell’azienda agrosilvopastorale, non vanno sottovalutati e richiedono una grande mobilitazione. Anche per questo domenica sarò presente all’iniziativa prevista per manifestare il pieno sostegno mio e della Commissione Antimafia ai processi virtuosi di riappropriazione pubblica di un territorio per troppi anni piegato da interessi mafiosi e criminali».

Lo ha dichiarato il , .

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.