Privacy Policy
Home / Bio / Sviluppo armonico e sostenibile. Nasce nel Trapanese il Biodistretto Terre degli Elimi

Sviluppo armonico e sostenibile. Nasce nel Trapanese il Biodistretto Terre degli Elimi

biodistretto Terre degli Elimi

(di Redazione) Tredici comuni e 22 tra aziende agricole e associazioni hanno dato vita al Biodistretto “Terre degli Elimi”. Il sodalizio che punta alla promozione del biologico e del territorio per tutta la provincia di Trapani è stato ufficialmente costituito lo scorso 11 giugno a Petrosino durante l’assemblea che si è svolta nell’Aula consiliare alla presenza dei rappresentanti dei comuni, delle aziende e delle associazioni che hanno deciso di aderire all’organismo promosso dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Gaspare Giacalone, e da Aiab Sicilia che ha curato tutto l’aspetto organizzativo. Presente anche il deputato regionale del Movimento 5 Stelle, Valentina Palmeri.

«Con la firma dell’atto costitutivo si è raggiunto un traguardo importante del percorso di crescita e valorizzazione del nostro territorio, delle sue aziende e dei suoi prodotti agricoli che è iniziato già qualche anno fa», ha commentato Gaspare Giacalone, sindaco di Petrosino. «Un grazie a tutti coloro che sono intervenuti – ha concluso – e a chi ne vorrà far parte. Le porte sono aperte a tutti e saremo ben lieti di accogliere nuove adesioni».biodistretto Terre degli Elimi

Roberto Angileri, assessore alle attività produttive del comune di Petrosino ha aggiunto: «Sono state messe le basi a un progetto che vede impegnati i comuni del Trapanese in un’unica visione, cioè offrire una migliore qualità della vita grazie a uno sviluppo economico sostenibile. Il vero lavoro inizia adesso mettendo in rete e coordinando consumatori, produttori agricoli, allevatori, operatori del settore turistico e associazioni culturali e ambientaliste in un percorso virtuoso che vede coinvolge agricoltura, ambiente e turismo. L’obiettivo è di promuovere insieme la molteplicità delle nostre eccellenze, valorizzando i prodotti biologici e rendendoli fruibili a tutti. Per questo abbiamo voluto che i 3/5 della governance del Biodistretto appartenesse alle aziende agricole affinché siano proprio esse a fare da perno centrale in questo progetto ed è molto significativo come tutte le amministrazioni comunali, anche quelle che presto si uniranno a noi, abbiano con entusiasmo condiviso questo percorso. Con questo importante passo, i comuni della provincia di Trapani lanciano un segnale forte e si identificano in un nuovo e salutare modello di vita».

Soddisfatto del contributo fornito da Aiab Sicilia, Filippo Salerno, vicepresidente regionale nonché responsabile del circolo trapanese che ha curato tutto l’aspetto organizzativo: «Quello di “Terre degli Elimi” è il quarto biodistretto che vede la luce in Sicilia. È un biodistretto Aiab, come tanti già in Italia, che costituisce un modello produttivo che punta sulla qualità della vita, al rispetto dell’ambiente e della salute dell’uomo. Tutti assieme adesso dobbiamo fare la nostra parte per realizzare i progetti che abbiamo in mente».

Le amministrazioni che hanno sottoscritto l’atto costitutivo del Biodistretto sono: Petrosino, Paceco, Alcamo, Valderice, Salemi, Campobello di Mazara, Castellammare del Golfo, Buseto Palizzolo, Calatafimi-Segesta, Castelvetrano, Salaparuta, Partanna e Pantelleria.

Questo l’elenco delle aziende e associazioni: Ditta Costantino Giuseppe; società Lylibeo Biogroup; Cantina sociale Petrosino; azienda agricola Terre del Sole Zerilli; Cantina Europa; associazione dei produttori Sicilia Bio; azienda agricola Laudicina Vito; azienda agricola Baglio Crete; azienda agricola Massimo Mantia; Circolo Aiab Sicilia; azienda agricola Francesco Rubino; azienda agricola e agrituristica Castelluzzo; oleificio Torre di Mezzo; azienda agricola Triolo Roberto; azienda agricola Francesco Di Lorenzo; azienda agricola Giov Vito Zizzo; azienda agricola Fontana Giuseppe; azienda agricola Vito Sanclemente; associazione Planta; azienda Genna Vincenzo; azienda Camillo Pugliesi; azienda Galfano Antonio.

Subito dopo la firma dell’atto costitutivo, l’assemblea ha eletto anche il primo consiglio direttivo del Biodistretto “Terre degli Elimi”, composto dai rappresentanti di sei comuni e nove aziende. Questi i nomi: Gaspare Giacalone (sindaco di Petrosino) presidente, Filippo Salerno (Aiab Sicilia) vicepresidente, Giov Vito Zizzo (azienda agricola Zizzo), tesoriere, Nicolò Vinci (Cantina Europa) segretario, Domenico Surdi (sindaco di Alcamo), Vincenzo Alfano (sindaco di Castelvetrano), Domenico Venuti (sindaco di Salemi), Francesco Stabile (sindaco di Valderice), Nicolò Rizzo (sindaco di Castellammare), Francesco Paolo Rubino (azienda agricola Rubino), Francesco Di Lorenzo (azienda agricola Di Lorenzo), Vito Sanclemente (azienda agricola Sanclemente), Andrea Pantaleo (oleificio Torre di Mezzo), Antonino Galfano (azienda Galfano), Rossella Bendici (azienda agricola Baglio Crete).

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.