Privacy Policy
Home / Archivio per “Trapani”Page 6

Archivi

La pietra a secco di Pantelleria nel registro nazionale dei paesaggi rurali

Pantelleria

(di Redazione) Pantelleria e la sua viticoltura di tradizione, insieme alle altre coltivazioni tipiche dell’isola, hanno reso il paesaggio un giacimento unico e identitario. L’introduzione nel Registro nazionale dei paesaggi rurali storici della pietra a secco di Pantelleria è un riconoscimento alla capacità dei contadini locali, veri architetti dell’isola. Coldiretti Sicilia commenta così l’annuncio del Ministero delle Politiche Agricole dell’iscrizione dei muretti a secco dell’Isola tra le sei aree new entry della bellezza agraria italiana. La particolarità dei terrazzamenti, continua Coldiretti Sicilia, testimonia come le condizioni ambientali abbiano determinato lo sviluppo di tecniche colturali in grado adattare le necessità dell’uomo ad un ambiente difficile producendo scorci straordinari abbinati ad una alta qualità dei prodotti e di grande valenza turistica. Chilometri di pietre accatastate ospitano viti…

La Giunta regionale approva la declaratoria per le calamità dell’estate 2017

serre-danni-maltempo

(di Redazione) Su proposta dell’Assessore all’Agricoltura Edy Bandiera, la Giunta di Governo ha approvato la declaratoria per lo stato di calamità naturale dei danni causati da eccezionale siccità-calura nelle province siciliane di Caltanissetta, Agrigento, Siracusa, Ragusa,Trapani e Catania. Si tratta di danni causati da alte temperature, colpo di calore e siccità nei mesi di luglio e agosto 2017 che hanno provocato danni ingenti diversificati a seconda dei vari territori. Il prossimo atto che adesso si attende è il riconoscimento da parte del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali dei danno nei territori sopra indicati e la individuazione delle provvidenze da attivare caso per caso. Per l’Assessore all’Agricoltura Edy Bandiera: «L’auspicio è che in tempi rapidissimi il Ministero riconosca la calamità e assegni risorse adeguate…

A Valderice un laboratorio sociale per i piccoli apicoltori

apicoltori

(di Angela Sciortino) La Federazione Apicoltori Italiani (Fai) della Sicilia ha inaugurato lo scorso 7 dicembre a Valderice, un laboratorio sociale allestito in un locale concesso dal Comune di Valderice (Tp) all’interno del Centro Fieristico di contrada Seggio. Il laboratorio nasce per dare la possibilità ai piccoli apicoltori di commercializzare direttamente, nel rispetto delle norme sanitarie, il loro prodotto. Nel laboratorio sociale, ciascun apicoltore associato potrà estrarre e confezionare personalmente il proprio prodotto con l’assistenza di personale esperto e qualificato; ad ogni partita di miele verrà assegnato un numero di lotto e tutte le confezioni saranno munite del regolare sigillo di garanzia fornito e gestito da Fai Sicilia. Il laboratorio, secondo Vincenzo Stampa, presidente e animatore dell’associazione apistica, è il punto di partenza perché tanti piccoli…

Verdure spontanee commestibili, un corso per imparare a riconoscerle

(di Angela Sciortino) Due giorni di formazione per un totale di sette ore, alla fine del quale si sarà in grado di riconoscere le più diffuse erbe spontanee presenti in Sicilia e utilizzate a scopo alimentare. Il corso che si svolgerà il 17 e 18 dicembre prossimi al Centro Didattico Naturalistico Bosco Angimbè di Calatafimi Segesta è organizzato dalla Cooperativa Silene in collaborazione con l’Associazione Bosco Angimbè e il gruppo Facebook “Flora Spontanea Siciliana” e prevede attraverso un approccio scientifico, l’identificazione delle principiali piante alimurgiche presenti in Sicilia. Nel primo giorno di formazione dalle 9,30 alle 12,30 il docente Alfonso La Rosa, naturalista esperto botanico, terrà lezioni teoriche frontali e di laboratorio, nel secondo, invece, dalle 9 alle 13 è prevista l’escursione in campo, la…

Dalle Cantine Pellegrino Malvasia e Zibibbo, i primi vini liquorosi bio italiani

Cantine Pellegrino

(di Redazione) Sicilia, terra di frontiera e di sperimentazioni ardite. Anche in materia di vini dove sul bio si sta concentrando grande attenzione. La scelta deriva dalla costante crescita della domanda di vini biologici che cresce di pari passo all’attenzione del consumatore, italiano e internazionale, verso i temi legati alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente. «Per assecondare questa tendenza – afferma Benedetto Renda, amministratore delegato delle Cantine Pellegrino – è nata l’idea di creare i primi vini liquorosi a marchio bio del mercato proseguendo quel percorso di valorizzazione e tutela del terroir siciliano, di cui la nostra famiglia è custode da oltre centotrent’anni». Le prime etichette bio per i vini liquorosi italiani appartengono a due prodotti delle Cantine Pellegrino. Malvasia e Zibibbo liquorosi bio sono due vini pronti…

La guerra del “Grillo”: la Doc Sicilia protegge o penalizza questo vino?

(di Lisa Sanfilippo) Il Consorzio di Tutela vini Doc Sicilia ha confermato in questi giorni, con dati alla mano, la crescita dei vini Doc Sicilia il cui imbottigliato sfiora il traguardo di 3o milioni di pezzi. Nel periodo preso in esame che va da gennaio a giugno la crescita è stata trainata in particolare dal “Grillo” . «Il Grillo Sicilia Doc ha superato i 2 milioni di bottiglie: nei primi sei mesi dell’anno scorso la produzione è stata di 1,3 milioni di bottiglie» precisa Maurizio Lunetta, direttore del Consorzio di Tutela della Doc Sicilia. E continua: «Più stabili i numeri dell’imbottigliamento del Nero D’Avola che, comunque, vede un incremento di 200 mila bottiglie raggiungendo nei primi sei mesi dell’anno 3,9 milioni di bottiglie». Una crescita, salutata con favore…

Blue Sea Land, al via i preparativi per la sesta edizione

(di Redazione) Inizia il conto alla rovescia per la VI edizione di Blue Sea Land, l’Expo dei Cluster produttivi dei Paesi del Mediterraneo, dell’Africa e del Medioriente che si svolgerà a Mazara del Vallo dal 28 settembre al 1 ottobre. Sono numerose le aziende agro-ittico-alimentari italiane, e tra queste molte siciliane, che hanno confermato la loro presenza all’interno dello villaggio espositivo che anche quest’anno verrà allestito lungo il dedalo di vicoli del centro storico di Mazara del Vallo, la cosiddetta casbah che da centinaia di anni è simbolo dell’incontro di popoli e culture. I visitatori provenienti da tutte le parti del mondo potranno conoscere i prodotti e le pietanze tipiche,  gustare le eccellenze, dai prodotti ittici, ai migliori vini e prodotti della terra di Sicilia e non solo. …

1 4 5 6

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.