Privacy Policy
Home / Archivio per “Trapani”

Archivi

Aree protette, in arrivo 27 milioni di euro dal Fers Sicilia per 25 progetti

aree protette

(di Redazione) Ventisette milioni di euro per venticinque aree protette dell’Isola. L’assessorato regionale Territorio e Ambiente ha dato il via libera alla graduatoria definitiva del bando dell’azione 6.6.1 del Po Fesr Sicilia 2014-2020. Previsti interventi per la tutela e la valorizzazione di zone in ambito terrestre, marino e paesaggi tutelati. Le risorse saranno destinate agli Enti gestori delle riserve e dei Parchi naturali, alle Associazioni ambientaliste e ai Comuni. «Un altro tassello – commenta il presidente della Regione Nello Musumeci – che si aggiunge al costante lavoro di salvaguardia e valorizzazione del territorio siciliano. Con queste risorse miglioreremo la fruibilità e la capacità attrattiva di alcune delle riserve e dei Parchi naturali più apprezzati di Sicilia». I finanziamenti riguardano il recupero e la realizzazione di…

Crisi del vino comune, Centinaio promette: abbasseremo le rese a 300 quintali per ettaro

rese

(di Redazione) Si comincia da un impegno: la riduzione delle rese massime dei vigneti per uva da vino comune. Dagli attuali 500 a 300 quintali per ettaro. L’impegno, strappato ieri al ministro delle Politiche agricole Gianmarco Centinaio dalla delegazione della Cia-Agricoltori Italiani, al momento è solo politico. Perché per arrivarci è necessario modificare il testo unico del vino. «Abbiamo ottenuto un risultato che è un primo passo per la ripresa del comparto. Adesso vigileremo affinché dall’annuncio si passi all’azione in tempi brevi e scongiurare il pericolo di una nuova crisi dei prezzi», ha dichiarato Antonino Cossentino, presidente della Cia Sicilia Occidentale, al termine dell’incontro avuto ieri mattina a Roma con il ministro. All’incontro hanno preso parte anche il presidente nazionale della Cia agricoltori italiani, Dino…

Avviato tavolo di crisi in Sicilia per il vino comune siciliano. Fra due giorni incontro con il ministro

crisi vino comune

(di Redazione) Prima riunione, nei giorni scorsi, all’Assessorato regionale all’Agricoltura, per il tavolo di crisi sul vino comune siciliano chiesto dalla Cia Sicilia Occidentale. Un “incontro positivo”, così l’ha definito Antonino Cossentino, presidente della Cia Sicilia Occidentale, con l’assessore Edy Bandiera, nel quale l’organizzazione che rappresenta i produttori delle province di Palermo e Trapani ha illustrato i nodi cruciali della crisi dei prezzi, ribadendo quelle che sono le sue proposte: abbassamento del tetto massimo delle rese per ettaro del vino da tavola da 500 a 250 quintali per riequilibrare il mercato e il reddito dei produttori; maggiore sostegno alle piccole e medie imprese; divieto assoluto di zuccheraggio; maggiori controlli contro le frodi; stop all’emigrazione dei vigneti siciliani verso il nord Italia attraverso le regole dei…

Vino comune, tavolo di crisi alla Regione. E il 7 agosto incontro con il ministro

vino

(di Redazione) La crisi del vino comune siciliano sarà affrontata nei prossimi giorni alla Regione e al Ministero. Il primo tavolo di crisi regionale si riunirà a Palermo presso l’assessorato regionale all’agricoltura il prossimo 5 agosto, mentre nella mattinata di mercoledì 7 a Roma, al ministero delle Politiche Agricole, si terrà un incontro con il ministro Gian Marco Centinaio. «Chiediamo anzitutto alla Regione che questo tavolo non sia un appuntamento isolato ma che diventi permanente. Auspichiamo anche che in futuro possa essere aperto alle altre organizzazioni di rappresentanza e agli altri attori del comparto, in modo da formulare una proposta organica che sia un buon risultato per tutti. A livello nazionale serve un intervento politico che ridisegni alcune regole del settore, puntando sull’equilibrio, sui controlli…

Doc Pantelleria: i “Viddrani” lanciano una petizione per tutelare il vino dell’Isola

vini Pantelleria Doc

(di Angela Sciortino) Gli abitanti di Pantelleria ancora non l’hanno mandata giù. È passato quasi un mese da quando l’assemblea dei soci del Consorzio di Tutela dei vini di Pantelleria Doc ha deciso di modificare il disciplinare, introducendo la possibilità di indicare la menzione Sicilia, novità che però non è stata accolta con favore dai viticoltori dell’isola del vento. Il motivo? Soprattutto uno: una scelta di questo tipo, sostengono, è destinata in breve tempo a generare confusione oltre che a snaturare l’unicità del prodotto pantesco. Così qualche giorno fa, esattamente il 10 luglio scorso, il comitato spontaneo autodefinitosi “I Viddrani” ha lanciato una petizione sul portale Change.org, indirizzata al Ministro dell’Agricoltura, Gian Marco Centinaio, affinché non venga ratificata la modifica del disciplinare dei vini Doc…

Crisi del vino comune, da Petrosino si leva il grido di dolore di 500 produttori

Petrosino assemblea crisi vino comune

(di Redazione) Per un litro di vino comune nemmeno 20 centesimi. Con questi prezzi le cantine sociali non possono riconoscere ai soci nemmeno i costi di produzione cosicché i viticoltori siciliani sono costretti a produrre in perdita. Cosa c’è da fare per fronteggiare questa gravissima crisi? Alcune proposte sono venute fuori nel corso del convegno “Crisi vitivinicola: le proposte della Cia per rilanciare il settore”, svoltosi lo scorso 5 luglio al Baglio Basile di Petrosino a cui hanno preso parte oltre 500 produttori. Dall’assemblea, un focus sul vino comune, l’ex vino da tavola, molto partecipata a tratti infuocata e dibattuta con i toni forti dettati dal crollo dei prezzi che mette in serio pericolo la sopravvivenza di migliaia di aziende, soprattutto nella parte occidentale dell’Isola…

Nel ricordo di Ludovico Corrao, a Gibellina, il vigneto del Mediterraneo

(di Redazione) Un filare per ciascun Paese. Nel ricordo di Ludovico Corrao, l’ex sindaco di Gibellina protagonista di tante battaglie per la rinascita del Belice e per il dialogo interculturale. Si chiamerà vigneto del Mediterraneo e sarà composto da tipologie di un’unica cultivar, il Moscato, provenienti da diverse aree del Mediterraneo. Il vigneto, un vero e proprio messaggio di incontro, dialogo e condivisione tra i popoli del Mediterraneo sarà donato dalla cantina Tenute Orestiadi alla città di Gibellina e sorgerà nei pressi dell’Orto Botanico. Qui verrà collocata anche l’installazione che nei giorni di Scirocco Wine Fest ha campeggiato al Sistema delle piazze, raffigurante il logo della rassegna: tre calici di colori diversi che si intersecano tra loro. L’ha annunciato Rosario Di Maria, presidente del gruppo Cantine Ermes…

Crisi del vino comune siciliano, a Petrosino confronto della Cia con Ministero e Regione

vino comune

(di Redazione) Un confronto con Ministero e Regione per costruire il percorso che tiri fuori dal pantano della crisi il settore vitivinicolo siciliano, tra grandi quantità di vino comune invenduto e prezzi di mercato sempre più bassi. La Cia Sicilia Occidentale chiama a raccolta produttori e cantine organizzando per venerdì 5 luglio alle ore 18.00, al Baglio Basile di Petrosino, in provincia di Trapani, il convegno “Crisi vitivinicola: le proposte della Cia per rilanciare il settore”. Al convegno sono stati invitati il ministro per le Politiche Agricole Centinaio e il presidente della Regione Musumeci. Dopo il saluto del sindaco di Petrosino, Gaspare Giacalone, e di Enzo Maggio (Cia Petrosino) e la relazione di Nino Cossentino, presidente della Cia Sicilia Occidentale, i lavori – presieduti da…

Asino pantesco. La Regione ne affida diciotto esemplari in comodato d’uso gratuito

asino pantesco

(di Redazione) La Regione Siciliana ha lanciato una “manifestazione di interesse” per cedere in comodato d’uso diciotto esemplari di asino pantesco: tredici maschi e cinque femmine. A poterne chiedere l’affidamento sono: soggetti pubblici (Comuni, Unione dei Comuni, Liberi consorzi, Città metropolitane, istituti, enti di ricerca, aziende speciali silvopastorali) ma anche privati cioè aziende agricole, zootecniche e agrituristiche che utilizzano animali a scopo didattico, onoterapico e socio-ricreativo o impegnate nella tutela e salvaguardia delle razze autoctone, nella promozione e riproduzione). Infine, possono chiederne l’affidamento anche gli enti del Terzo settore senza fini di lucro che svolgono attività di utilità sociale, didattica, turistica e allevamento. L’avviso è del Dipartimento dello Sviluppo rurale e territoriale, guidato da Mario Candore che da anni si occupa della tutela e valorizzazione…

Il nome Sicilia sui vini a Doc Pantelleria? La proposta divide i produttori e preoccupa i panteschi

Vigneti a Pantelleria

(di Angela Sciortino) Scontro aperto sul disciplinare che regola la produzione della Doc Pantelleria. Domani, 15 giugno, potrebbe consumarsi un atto che in tanti considerano un vero e proprio tradimento nei confronti dell’isola del vento. L’assemblea dei soci del Consorzio di Tutela della Doc Pantelleria è, infatti, chiamata a pronunciarsi su alcune modifiche del disciplinare di produzione. Una tra tutte, quella più contestata e che non va giù ai tanti piccoli produttori dell’isola ma anche a tutte le forze politiche, al sindaco e al consiglio comunale, consentirebbe agli imbottigliatori di inserire in etichetta, se vogliono, la menzione “Sicilia”. «Scrivere o meno l’indicazione Sicilia in etichetta è lasciata alla volontà dei singoli, ma il cda del Consorzio è convinto che i vini di Pantelleria potrebbero trarne…

1 2 3 8

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.