Privacy Policy
Home / Archivio per “Ragusa”

Archivi

Alluvioni nel Trapanese e gelate nel Nisseno e nel Ragusano, approvata la proposta di declaratoria

gelate nel Ragusano

(di Redazione) Alluvioni dello scorso autunno nella provincia di Trapani, e gelate dei primi di gennaio in quelle di Caltanissetta e Ragusa: il governo regionale ha approvato la proposta di declaratoria per il riconoscimento dello stato di calamità naturale. Gli eventi alluvionali che si sono registrati tra il 31 ottobre e il 10 novembre del 2018 nel Trapanese hanno provocato danni alle strutture per circa 5,4 milioni di euro. Il provvedimento in questione prevede aiuti in conto capitale e l’esonero parziale del pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali dell’impresa danneggiata e dei lavoratori dipendenti. Il ministero delle Politiche agricole dovrà ora pronunciarsi sul riconoscimento delle somme. «Completiamo il ciclo di delibere per le proposte di declaratoria per gli eventi alluvionali che si sono registrati in…

Alluvione, la giunta regionale approva declaratorie dei danni per sette province

alluvione fondo di solidarietà regionale

(di Redazione) La giunta di governo regionale ha approvato le proposte di declaratoria per il riconoscimento dello stato di calamità in sette province dell’Isola colpite – tra il primo ottobre e il quattro novembre del 2018 – da eventi alluvionali che hanno provocato gravi danni al comparto agricolo. Quelli più ingenti, in provincia di Siracusa: sono stati stimati in oltre 91 milioni per le produzioni di agrumi, olio e seminativi e in quasi 59 milioni per le strutture. A 41 milioni di euro ammontano, invece, quelli registrati nell’Ennese: in questo caso, saranno destinati esclusivamente a riparare i danni strutturali subiti dalle aziende. Ad oltre 34 milioni di euro ha portato il calcolo dei danni per il Messinese dove sono state soprattutto colpite le produzioni orticole,…

Grano duro canadese sbarcato a Pozzallo, le regole vanno rispettate

grano duro canadese a Pozzallo 2

(di Angela Sciortino) Il carico di grano duro arrivato a Pozzallo dal Canada non è più sulla Vitosha, la nave battente bandiera maltese e affidata ad una compagnia di navigazione bulgara. Non esistevano valide ragioni per lasciarlo nelle stive e trattenere la nave in porto. Nessuna grave contaminazione visibile, insomma, né la presenza di pericolosi parassiti che non fossero già esistenti in Italia. Sulla base delle norme del commercio internazionale, quindi, è impossibile trattenere il prodotto, in quanto se ciò avvenisse si creerebbe un danno economico di cui risponderebbe l’amministrazione regionale. «Ma sia chiaro – afferma l’Assessore per l’Agricoltura, Edy Bandiera – che l’attenzione rimane al massimo livello. Restiamo vigili, affinché il grano extraeuropeo non venga avviato al commercio se non conforme ai parametri chimico-fisici e batteriologici previsti dalle…

Grano duro canadese nel porto di Pozzallo. Attivata la macchina dei controlli|Video

(di Angela Sciortino) L’ultima notizia circa controlli effettuati sulle navi cariche di grano attraccate nei porti siciliani, risale a poco meno di un anno fa. Fece notizia (era il 16 marzo 2018) il blocco del carico di 5mila tonnellate di grano duro prodotto in Kazakistan che, partito da Novorossijsk, il principale porto russo sul mar Nero, doveva essere scaricato nel porto di Pozzallo. Di ieri è, invece, un nuovo comunicato della Presidenza della Regione in cui viene data notizia di una nave, la “Vitosha”, battente bandiera maltese e affidata a una compagnia marittima bulgara, che è attraccata al porto di Pozzallo nel Ragusano. Lì, dopo avere scaricato al porto di Bari 20 mila tonnellate di grano duro, avrebbe svuotato le stive e consegnate le restanti 8…

Proteste degli allevatori anche nel Ragusano. Latte versato a Vittoria

Vittoria protesta allevatori

(di Angela Sciortino) La protesta del latte arriva anche nel Sud -Est della Sicilia. A Vittoria, nella città che fu dell’oro verde, ieri è esplosa la protesta degli allevatori. In circa 150, provenienti da Comiso, Niscemi, Gela, Acate e Vittoria si sono dati appuntamento nella zona dell’ex Fiera Emaia. Hanno portato 10 fusioni ciascuno contenenti 20 litri di latte e lo hanno sversato sui terreni poco distanti dalla strada. Ci sono stati momenti di tensione con le forze dell’ordine perché la manifestazione era autorizzata, ma non lo sversamento del latte.  A promuovere l’iniziativa è stato l’ex sindaco di Vittoria Francesco Aiello, insieme ad alcune organizzazioni spontanee: Altragricoltura, il Movimento Riscatto, il Movimento per i Diritti Agricoli, il Tavolo Verde Sicilia.  Gli allevatori del Ragusano producono prevalentemente…

Musumeci al ministro Centinaio: viticoltura da tavola in ginocchio, aiuti per il cracking

cracking

(di Redazione) Il presidente della Regione Nello Musumeci in una lettera indirizzata al ministro delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio ha sollecitato un intervento del governo nazionale a favore delle aziende produttrici di uva da tavola dell’Isola che a causa del cracking hanno subìto gravi danni alla produzione. Il governatore in buona sostanza ha sollecitato una norma che consenta di intervenire con il Fondo di Solidarietà Nazionale, in deroga alle disposizioni vigenti che non prevedono più il risarcimento diretto delle perdite di produzione e per i danni, ma solo sostegno alle polizze assicurative che in Sicilia sono davvero in pochi a sottoscrivere. «La viticoltura da tavola siciliana – ha spiegato Musumeci al ministro – sta attraversando una crisi senza precedenti,…

Parco nazionale degli Iblei, ministero pronto all’ok appena riceverà i documenti

parco nazionale degli Iblei

(di Redazione) Anche la città metropolitana di Catania, dopo i liberi Consorzi di Ragusa e Siracusa ha adottato la delibera di perimetrazione del Parco nazionale degli Iblei. Si tratta dell’ultimo atto propedeutico alla nascita dell’ente, ora tocca all’assessorato all’Ambiente inviare il fascicolo a Roma, che sarebbe pronta per dare l’ok definitivo. Lo riferisce Stefania Campo, deputato regionale del Movimento 5 Stelle che da un anno sta facendo un fitto pressing per arrivare all’obiettivo e che dichiara: «Sarà una grande conquista dopo undici anni di attesa». «Era il 2007 – spiega la deputata – quando l’istituzione del Parco nazionale degli Iblei è stata proposta con un Decreto Legge poi convertito in legge, da allora è partito un iter lunghissimo che sembrava non avere mai fine. Ora,…

Psr, entro febbraio 2019 la graduatoria definitiva della misura 6.1 e i primi 50 decreti della misura 4.1

Psr Sicilia misura 6.1

(di Redazione) Pronta entro febbraio la graduatoria definitiva della misura 6.1 del Psr, quella destinata all’inserimento dei giovani agricoltori. E pure imminenti sono i primi 50 decreti d’impegno per la misura 4.1 per gli investimenti aziendali. Ma in questo caso bisogna tenere in considerazione i ricorsi pendenti. Le due novità sono emerse durante il recente incontro che si è svolto a Palermo tra una delegazione della Cia Sicilia Orientale e l’assessore regionale Edy Bandiera e il direttore generale Carmelo Frittitta. Motivo dell’incontro la necessità per l’associazione agricola di fare una ricognizione delle tante questioni ancora aperte, vecchie e nuove, a partire dal mancato pagamento dei danni relativi alle gelate dell’anno 2008 alle più recenti calamità naturali: il cracking che ha danneggiato le produzioni di uva da tavola di…

Ciclo di incontri formativi per apicoltori. Primo appuntamento a Ragusa

corsi per apicoltori

(di Luigi Noto) L’Associazione Regionale Apicoltori Siciliani organizza un ciclo di incontri itineranti per la Sicilia in cui verranno affrontati numerosi temi di interesse generale per gli operatori apistici. Il corso pratico della durata di una giornata è incentrato su gestione della Bda (la banca dati apistica di livello nazionale a cui è obbligatoria l’iscrizione degli apiari), normativa apistica, sicurezza nei luoghi di lavoro. Spazio anche agli incidenti che possono verificarsi in apiario e la gestione delle allergie da punture.  Il primo incontro si terrà a Ragusa il prossimo 8 febbraio dalle 9,30 alle 17 presso l’Oratorio Centro Giovanile Salesiano sito in via Gagini 97. Durante la giornata di formazione Francesco Bellomo, agronomo, tecnico di riferimento dell’Associazione regionale apicoltori siciliani (Aras) e dell’Unaapi (l’Unione nazionale delle associazione apistiche) illustrerà la normativa di riferimento per l’attività apistica con approfondimenti sia in ambito fiscale che igienico-sanitario. A seguire la esposizione sugli obiettivi e sul funzionamento della Banca Dati Apistica nazionale e una dimostrazione pratica…

Calamità naturali, presto dall’Inps le integrazioni salariali per i braccianti

integrazioni salariali

(di Redazione) I lavoratori agricoli delle aziende siciliane colpite dalle avversità atmosferiche eccezionali nel periodo ottobre 2017 – settembre 2018 riceveranno presto le integrazioni salariali. Lo prevede il provvedimento firmato nei giorni scorsi dall’assessore per l’Agricoltura Edy Bandiera, che censisce e delimita le aree del territorio siciliano colpite da eccezionali calamità o avversità atmosferiche. Si tratta di un atto formale necessario perché l’Inps possa erogare tutti i benefici previsti dalla legge ai lavoratori agricoli che hanno dovuto incrociare le braccia a causa di eventi climatici straordinari. Nella fattispecie, se un lavoratore avrà totalizzato nell’anno almeno cinque giornate lavorative, l’Inps gli riconoscerà, dal punto di vista previdenziale, un numero di giornate pari a quelle fatte nell’anno precedente a quello di fruizione dei benefici. Le segnalazioni pervenute dagli…

1 2 3 4

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.