Privacy Policy
Home / Archivio per “Catania”

Archivi

Dissesto idrogeologico: Acireale, doppio intervento contro gli allagamenti

Tormentato da anni dalle disastrose conseguenze delle piogge torrenziali, il territorio di Acireale, nel Catanese, sta poco a poco per essere messo totalmente in sicurezza grazie all’Ufficio contro il dissesto idrogeologico, guidato dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci. La Struttura commissariale diretta da Maurizio Croce ha programmato un doppio intervento affidando – dopo lo svolgimento della gara pubblica – le indagini tecniche e la progettazione dei lavori a un gruppo di ingegneri e geologi che fa capo allo Studio Ingeo di Lucca. I lavori saranno eseguiti nell’area compresa tra San Giovanni e Aci Platani e sul tratto finale del torrente Lavinaio Platani, all’altezza della via Capomulini. In passato, le esondazioni del corso d’acqua hanno fatto ben tre vittime, inghiottite dal fango fuoriuscito con straordinaria…

Gal Etna: finanziamenti per 80mila euro a quattro startup locali

Altri finanziamenti da parte del Gal Etna ad aziende locali, quattro startup che opereranno nel campo del turismo sostenibile. Si tratta delle imprese individuali di Daniele Cortese (Adrano), Lorena Messina (Ragalna), Sergio Piscione (Adrano) e Giuseppina Sinatra (Belpasso). I decreti sono stati firmati in presenza dal presidente del Gal Etna, Enzo Maccarrone, e dal responsabile di piano, Andrea Brogna. Stavolta, il Gal Etna ha finanziato, per un ammontare complessivo di 80mila euro, imprese che avevano partecipato al bando della sottomisura 6.2 ambito 2 del Programma di sviluppo rurale 2014-2020, ambito inerente appunto il turismo sostenibile. Dichiarazione del presidente del Gal Etna, Enzo Maccarrone: “Contavamo entro metà dicembre di riuscire a finanziare altre quattro imprese, stavolta nell’ambito2, quello turistico, della sottomisura 6.2 del Psr in corso. Con…

Acque reflue: al via il progetto italo-tunisino Tresor con la partecipazione dell’Università di Catania

depuratore-acque-reflue

Con un kick-off meeting virtuale che si è tenuto nei giorni scorsi, sono state formalmente avviate le attività di ricerca e sperimentazione del progetto TRESOR – TRaitement des Eaux uSées et des bOues Résiduaires par filtres plantés et usage agricole durable, finanziato nell’ambito del Programma ENI di cooperazione transfrontaliera Italia-Tunisia 2014-2020. Il partenariato coinvolto nel progetto è costituito da Institut National de Recherche en Génie Rural, Eaux et Forêts – INRGREF (Tunisia), Dipartimento di Agricoltura Alimentazione e Ambiente (UNICT-Di3A, Italia), Comune di Scicli, Assessorato Regionale dell’agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea – ASSAGRI (Palermo, Italia), Centre de Recherches et des Technologies des Eaux–CERTE (Tunisia), Institut National de la Recherche Agronomique de Tunisie – INRAT (Tunisia). Il progetto, coordinato per l’Università di Catania dal prof. Giuseppe Luigi Cirelli del Di3A,…

Agroalimentare: riaprono i mercati contadini siciliani

Ritorna domani, a Catania e Sant’agata li Battiati, l’appuntamento domenicale con i Mercati contadini siciliani di Cia, Codacons e Confagricoltura.  I mercati saranno aperti dalle 8 alle 13 in piazzale Sanzio, piazzale Aldo Moro (Vulcania) a Catania e a largo Rosario Livatino a Sant’Agata li Battiati. “Riapriamo i nostri mercati in piena sicurezza e nel pieno rispetto delle norme anti-Covid – afferma il presidente dell’associazione MCS Giuseppe Strano – “I nostri associati accoglieranno i clienti con il massimo delle precauzioni e con la consueta scelta di prodotti genuini e convenienti. Pur nella difficoltà di questo momento torniamo ad offrire un servizio molto apprezzato e che consente di trasmettere spirito di comunità con la massima attenzione alla salute dei cittadini. “In queste due settimane di stop forzato abbiamo ricevuto numerose richieste da parte dei nostri clienti abituali che…

Rete Cultura: siglata intesa tra Gal Etna e Regione Siciliana

Intesa siglata fra il Gal Etna e la Regione Siciliana per implementare i processi di valorizzazione del patrimonio culturale nell’area di pertinenza del gruppo e ottimizzare al massimo le opportunità di finanziamento offerte dall’Europa. L’accordo quadro sottoscritto dall’assessore regionale ai Beni culturali, Alberto Samonà, e dai Gal siciliani punta a costituire una “Rete Cultura” che possa garantire la valorizzazione dell’imponente patrimonio umano siciliano, sia materiale che immateriale. Fari puntati anche sulle possibilità di crescita sociale tramite la comunicazione della memoria storica locale, ma anche artistico-letteraria ed etnoantropologica. Si legge nel Documento di Economia e Finanza Regionale 2019/2021, richiamato nell’accordo siglato: «A monte di tutto il primo gravoso e indifferibile impegno è l’accelerazione della spesa europea. Si tratta di una sfida che, in caso di fallimento, costituirebbe una sconfitta per tutti e soprattutto per…

Agrumi, l’Università di Catania partecipa al progetto internazionale BiOrangePack

Un progetto innovativo per quanto riguarda gli agrumi biologici .Sono state avviate, con kick-off meeting, le attività di ricerca del progetto “Smart and innovative packaging, post-harvest rot management and shipping of organic citrus fruit – BiOrangePack” finanziato nell’ambito del programma Prima – Partnership for Research and Innovation in the Mediterranean Area, coordinato dalla prof.ssa Santa Olga Cacciola del Dipartimento Agricoltura Alimentazione e Ambiente dell’Università di Catania. BiOrangePack reinventa la supply-chain degli agrumi biologici nell’area EU-MED in un’ottica di economia circolare con un approccio interdisciplinare. Il progetto prevede una gestione integrata delle malattie del post-raccolta, lo sviluppo di packaging innovativi biodegradabili ottenuti dal recupero dagli stessi scarti degli agrumi e una gestione avanzata della logistica basata sull’utilizzo di metodi di intelligenza artificiale per ridurre al minimo…

Uva da Tavola, Raniolo (Mazzarrone IGP): “Quest’anno una campagna abbondante”

Il presidente  del Consorzio di Tutela dell’Uva da Tavola di Mazzarrone IGP Giovanni Raniolo ha tracciato il bilancio della campagna 2020, chiusa con un mese di anticipo: :”A fronte di un’ottima qualità produttiva – ha spiegato Raniolo – questa campagna ha mostrato segni di instabilità con prezzi altalenanti. La produzione, specialmente in piena estate, è stata abbondante anche nei vigneti considerati di seconda fascia. Questa particolare evenienza ha appiattito il mercato, ma ha anche consentito di dare ristoro a una categoria che esce da due anni di pesanti sacrifici. Sui mercati sia italiani che esteri il prodotto IGP ha fatto la differenza in termini qualitativi e sul piano remunerativo, con un + 20% sul prezzo rispetto al prodotto non a marchio. Il vantaggio del prodotto…

Il patrimonio floristico dell’Etna diventa oggetto di studio internazionale

Crossing Etna

L’Etna ospita un patrimonio floristico complessivo di 1.055 specie, 92 delle quali endemiche, di notevole valore scientifico-naturalistico, con una distribuzione geografica piuttosto limitata. In particolar modo delle 92 specie endemiche 29 sono endemismi stretti, esclusivi  dell’Etna, mentre le altre sono presenti in Sicilia (27) o anche endemiche dell’Italia Meridionale (36). Sono alcuni dei risultati di una ricerca condotta dai docenti Gianpietro Giusso Del Galdo, Pietro Minissale e Saverio Sciandrello del dipartimento di Scienze biologiche, Geologiche e Ambientali dell’università di Catania pubblicata sulla rivista scientifica internazionale PeerJ. Grazie allo studio sono state aggiornate le conoscenze del passato mettendo in risalto il notevole patrimonio-capitale floristico dell’Etna sulla base di migliaia di dati raccolti soprattutto negli ultimi due decenni. In particolar modo la ricerca consente di chiarire la distribuzione spaziale della flora vascolare spontanea lungo il gradiente altitudinale, di identificare le aree ad alta…

Imprese: il Gal Etna stanzia i finanziamenti per le startup locali

Con decreti firmati dal presidente, Enzo Maccarrone, e dal responsabile di piano, Andrea Brogna, il Gal Etna ha finanziato, per un ammontare complessivo di 80mila euro, le prime quattro imprese che avevano partecipato al bando della sottomisura 6.2 ambito 1 del Programma di sviluppo rurale 2014-2020, inerente le filiere e la trasformazione dei prodotti tipici. Le aziende in questione sono tutte delle startup innovative. Nuove imprese, quindi, che cercheranno, appunto attraverso il finanziamento (si tratta del 100% dell’intervento iniziale), di farsi largo nell’ambito della trasformazione e lavorazione, con l’occhio fisso soprattutto sulle eccellenze gastronomiche siciliane e la produzione per l’export Made in Sicily. Nel dettaglio, si tratta della Etna 4.0 di Sergio Piscione, della Cerere srls, della Esse Dolciaria di Maria Concetta Scarvaglieri e del…

1 2 3 16

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.