Privacy Policy
Home / Politiche / No al caporalato nei campi, accordo a Ragusa per contrastare il fenomeno

No al caporalato nei campi, accordo a Ragusa per contrastare il fenomeno

aste doppio ribasso

Siglato un accordo di collaborazione per contrastare il fenomeno del Caporalato tra la Prefettura di Ragusa e Confagricoltura, nonchè altre sigle che rappresentano i corpi intermedi e le associazioni del lavoro, del mondo agricolo e sociale.

L’obiettivo, sottolineano i promotori, è di dare “piena attuazione al ‘protocollo sperimentale contro il caporalato e lo sfruttamento lavorativo in agricoltura‘ del 27 maggio 2016, con le finalità di supportare la piena integrazione dei lavoratori stranieri impiegati nel settore agricolo e reprimere i fenomeni di illegalita’ nell’intermediazione della manodopera e nella gestione del rapporto di lavoro”.

Tra i firmatari, oltre al Prefetto, il Questore di Ragusa, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Ragusa, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Ragusa, i comuni di Ragusa, Vittoria, Acate, Comiso, Santa Croce Camerina, Scicli e Ispica, l’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste di Ragusa, l’Ispettorato Territoriale del Lavoro, Servizio Centro per l’Impiego di Ragusa, l’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa, Inps Ragusa, Inail Ragusa, CPIA Ragusa, OIM – Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, Ente Bilaterale Ebat, Caritas Ragusa e Modica, Croce Rossa Italiana – Comitato Provinciale di Ragusa.

 

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.