Privacy Policy
Home / Agroalimentare / Lo Sfoglio conteso tra Polizzi Generosa e Petralia Soprana, probabilmente è di Castellana Sicula

Lo Sfoglio conteso tra Polizzi Generosa e Petralia Soprana, probabilmente è di Castellana Sicula

Sfoglio

(di Angela Sciortino) Di quale paese madonita è tipico lo sfoglio? Polizzi Generosa o Petralia Soprana? Se si deve essere onesti, probabilmente di nessuno dei due. Nell’Atlante Pat (Prodotti Agroalimentari Tradizionali) custodito presso il Ministero delle Politiche Agricole, lo Sfoglio o Sfuogghiu è tipico di Castellana Sicula, altro paese delle Madonie. La scheda che lo descrive è chiarissima e per evitare di andarla a cercare nei meandri del web la riportiamo pari, pari:

Sfoglio, “Sfuogghio” 

Territorio interessato alla produzione: Castellana Sicula.
Descrizione sintetica del prodotto: Torta con ripieno.
Descrizione delle metodiche di lavorazione e stagionatura: Gli ingredienti dell’impasto della torta vanno amalgamati con il vino, e il ripieno è composto da mandorle, cioccolato, tuma e zuccata.
Materiali e attrezzature specifiche utilizzate per la preparazione e il condizionamento: Impastatrice. Descrizione dei locali di lavorazione, conservazione e stagionatura: Laboratorio di pasticceria.
Elementi che comprovino che le metodologie siano state praticate in maniera omogenea e secondo regole tradizionali per un periodo non inferiore ai 25 anni: La tradizionalità di questo prodotto, tramandato da diverse generazioni, è stata comprovata da diversi giornali, il “Giornale di Sicilia” a livello regionale, la rivista “Dove” a livello mondiale.

II dolce tipico dell’antica tradizione siciliana, una torta ripiena a base di formaggio tuma, ha messo sindaci e due paesi contro. E sullo Sfoglio delle Madonie potrebbe essere addirittura imbastita una causa legale che ricorda tanto i film ispirati ai romanzi di Guareschi, dove il “campanile” è la cosa più importante da difendere. Ma da cosa nasce la guerra dello sfoglio? Semplicemente dal fatto che l’amministrazione comunale di Petralia Soprana ha assegnato al dolce la denominazione “DeCo“ (Denominazione Comunale) con cui si attribuisce una valenza territoriale, una origine e una particolare tipicità a un prodotto dell’agroalimentare. Ma al Comune di Polizzi Generosa la cosa non è andata giù, visto che la torta al formaggio che fa parte della tradizionale pasticceria madonita si identifica da tempo immemore con il piccolo centro a cui è legata anche la produzione delle nocciole. Tant’è che al Comune di Petralia Soprana quello di Polizzi ha dato sette giorni di tempo per revocare e annullare la delibera con la quale assegna il marchio DeCo allo “Sfoglio delle Madonie”. La decisione è stata presa dalla Giunta comunale che nella propria delibera annuncia: “se non arriva la revoca il comune adirà all’Autorità Giudiziaria al fine di ottenere l’annullamento della delibera”.

Polizzi Generosa rivendica la partenità del dolce perché “insito nella tradizione, storia e cultura della città: dal 1994 il comune di Polizzi, nel periodo estivo, organizza la sagra dello sfoglio”. Nel 2008, ricorda il Comune, è nato a Polizzi il “Consorzio per la Tutela e la Valorizzazione dello Sfoglio polizzano”. Nella delibera poi si legge: “Si tratta di fatto notorio che non ammette spiegazioni contrarie. Appare, dunque, singolare che il Comune di Petralia Soprana voglia intestarsi un prodotto che invece è legato alla cultura, storia e tradizione di altro Comune“. E sempre nello stesso deliberato si ricorda che “l’utilizzo improprio di un marchio costituisce condotta di concorrenza sleale censurabile”. 

Per questo il prossimo passo, se Petralia Soprana “non dovesse annullare la sua delibera almeno nella parte relativa all’assegnazione del marchio DeCo allo ‘Sfoglio delle Madonie’ sarà quello di “aderire le vie legali“.

A meno che di sfoglio non ne esistano due versioni (ma in questo caso dovrebbero portare due nomi diversi, la causa, ammesso che si faccia, probabilmente non vedrà nessun vincitore.