Privacy Policy
Home / Eventi / Cavallo Sanfratellano, domenica 7 ottobre la 60esima mostra-mercato

Cavallo Sanfratellano, domenica 7 ottobre la 60esima mostra-mercato

(di Redazione) Domenica 7 ottobre si svolgerà a Sanfratello la 60esima edizione della mostra-mercato del cavallo Sanfratellano. La manifestazione, inizialmente programmata per il 23 settembre scorso e rinviata per problemi tecnici burocratici, sarà preceduta sabato, 6 ottobre, alle 18 dal convegno “60 anni di mostra. Mercato del cavallo Sanfratellano tra natura, arte storia: quale futuro?” Che si svolgerà nell’aula consiliare.

Domenica, il clou della manifestazione che si svolgerà a Contrada Passo dei Tre. Mentre la giuria comincerà i lavori già dalle 9 del mattino, a partire dalle 10 si svolgeranno il carosello e gli spettacoli equestri. Ci sarà una dimostrazione di mascalcia e a seguire uno spettacolo country. Spazio poi alle degustazioni dei prodotti tipici locali e per finire alle 14 la premiazione.

Il cavallo Sanfratellano vive nei boschi intorno al centro nebroideo da oltre mille anni e viene allevato allo stato semibrado. È una razza possente e allo stesso tempo rustica, resistente e docile che secondo la tradizione orale sarebbe arrivato in Sicilia nel Medioevo (intorno al 1100) ad opera dei Normanni. Pare che gli esemplari attualmente presenti sui Nebrodi siano discendenti di quelli che arrivarono al seguito della contessa Adelasia che andava in sposa al gran conte Ruggero I. Al fine di migliorare la razza, nell’Ottocento, i migliori esemplari vennero incrociati con soggetti di origine inglese, tedesca, maremmana, salernitana e ungherese. Il risultato di questi insanguamenti è la razza che ha ancora avuto il riconoscimento ufficiale a cui gli allevatori mirano da decenni.

Il Sanfratellano è ancora poco conosciuto al di fuori del territorio d’origine. In passato veniva utilizzato per trainare i tradizionali “carretti siciliani” e nei lavori agricoli leggeri. Le giumente Sanfratellane, accoppiate con l’asino Ragusano, producevano ottimi muli, impiegati per decenni dai nostri Alpini.

Oggi è utilizzato come cavallo da sella, adatto all’equiturismo e, incrociato col purosangue inglese, genera ottimi prodotti per l’equitazione. Di recente proprio in sella a un Sanfratellano l’emiliana Francesca Pecorari si è classificata seconda ai campionati europei di dressage