Privacy Policy
Home / Agroalimentare / Attività produttive, dopo due anni di stop, l’Assessorato tornerà ad occuparsi di Distretti

Attività produttive, dopo due anni di stop, l’Assessorato tornerà ad occuparsi di Distretti

Distretti produttivi

(di Redazione) Distretti produttivi, sarà la volta buona? Dopo due anni di silenzio e di rinvii, pare che alla Regione Siciliana si ridesti l’attenzione verso queste aggregazioni economiche. L’impegno appartiene all’assessore Mimmo Turano che la scorsa settimana a Palermo ne ha convocato i rappresentati.

«Finalmente la Regione siciliana, tramite l’assessore alle Attività produttive Mimmo Turano, afferma di voler puntare e rilanciare i distretti produttivi. Ne prendiamo atto, dopo due anni di silenzio e di rinvii. Ma adesso non c’è tempo da perdere e bisogna fare presto», ha affermato Federica Argentati, presidente del Distretto Agrumi di Sicilia, uscendo dall’incontro convocato a Palermo dall’assessore alle attività produttive.

«Ci fa piacere – ha proseguito Argentati – che l’assessorato voglia adesso procedere speditamente con il riconoscimento dei Distretti come previsto dalla legge».

I rappresentanti dei distretti produttivi hanno convenuto con l’assessore un doppio canale: un avviso che preveda un iter immediato per i distretti che hanno già presentato la documentazione per il rinnovo del riconoscimento («come ha fatto il distretto agrumi di Sicilia già a giugno 2017 e che è pronto a fornire rapidamente un aggiornamento della documentazione già in possesso », ha osservato Argentati) e un avviso per i distretti che ancora devono ottenere il riconoscimento per la prima volta o che non hanno presentato documentazione per il rinnovo.

«Nell’incontro di ieri – ha affermato Argentati – l’assessore ha specificato un termine di 45 giorni per l’esame della documentazione e il rilascio del rinnovo per i Distretti che hanno già depositato la documentazione da tempo. Ci auguriamo quindi che entro un mese e mezzo il Distretto Agrumi di Sicilia possa ottenere il rinnovo atteso da oltre due anni».

L’assessore Turano ha anche recepito la richiesta avanzata dai Distretti di avere accesso a bandi dedicati e di contribuire alla definizione della programmazione regionale sui fondi comunitari. «Lo chiediamo da tempo – ha dichiarato il presidente del Distretto Agrumi di Sicilia – e ci auguriamo che alle buone intenzioni seguano i fatti».

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.