Privacy Policy
Home / Archivio per Categoria “zootecnia”

Archivi

Zootecnia, progetto per la valorizzazione della razze bovine autoctone

zootecnia

(Angela Sciortino) Identificazione, valorizzazione e tutela delle razze bovine autoctone, ad oggi prive di identità e riconducibili alle razze Cinisara e Modicana. Sono questi gli obiettivi di un programma dedicato alla zootecnia siciliana a cui la Giunta regionale ha manifestato apprezzamento in una delibera approvata lo scorso 25 ottobre. Il programma, si legge nella delibera, verrà finanziato anche con l’operazione 10.2b del Psr 2014-2020 (il bando è ancora in gestazione), finalizzata alla salvaguardia delle risorse genetiche con progetti realizzati da enti pubblici di ricerca e che prevede l’attivazione di rapporti di collaborazione tecnico-scientifica con gli allevatori siciliani che detengono e allevano capi non riconosciuti e non iscritti al registro anagrafico, che nell’Isola, è scritto nel progetto, rappresentano il 67%. Su un patrimonio bovino siciliano autoctono che conta…

Alla Fam di Ragusa Musumeci lancia l’appello all’unità dei produttori

Fam Ragusa

(di Redazione) Un ennesimo appello all’unità agli agricoltori e agli allevatori siciliani. Lo ha fatto stamane il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, che a Ragusa ha tagliato il nastro della 45esima edizione della Fam, la Fiera agroalimentare mediterranea: «Voglio lanciare un appello agli imprenditori agricoli e zootecnici della Sicilia perché si esca da un esasperato individualismo e si comprenda che bisogna fare rete, essere compatti e uniti. In Trentino ci sono tre organizzazioni di produttori, in Sicilia sono 47. Creare rete tra i produttori significa avere più potere di contrattazione con la Grande Distribuzione Organizzata, con la quale il tavolo è, comunque, sempre aperto». Poi una presa di coscienza: «In Sicilia – ha sottolineato Musumeci – abbiamo bisogno di puntare sulla riqualificazione del patrimonio…

Apicoltura, arnie ferme nel Sud-Est della Sicilia per colpa dell’Aethina tumida

Aethina tumida

(di Angela Sciortino) Un disastro annunciato. Per la florida apicoltura della Sicilia Sud-orientale le recenti disposizioni previste dal decreto del Ministero della Salute (10 settembre 2019) che modifica e integra il decreto 19 novembre 2014 intitolato «Misure straordinarie di eradicazione e indennizzo conseguente all’infestazione da Aethina tumida», si traducono in una vera e propria débâcle, seminando panico e disperazione tra parecchi apicoltori.  Tutto nasce dal ritrovamento del nuovo focolaio di Aethina tumida, pericoloso parassita degli alveari, in contrada Armicci nel territorio del comune di Lentini. Il decreto definisce “zona di protezione” un’area di 20 chilometri di raggio a partire dall’ultimo focolaio individuato e inoltre determina una “zona di sorveglianza” come un’area di almeno 5 chilometri di raggio, individuata a partire dal margine esterno della zona di protezione. Nell’area così…

Open Day caseifici agricoli, anche in Sicilia un weekend dedicato ai formaggi

open day caseifici

(di Angela Sciortino) Un weekend dedicato ai formaggi prodotti nelle aziende agricole italiane. Il 14 e 15 settembre si svolgerà l’Open day dei caseifici agricoli organizzato in collaborazione con l’associazione delle casare e dei casari di azienda agricola con l’obiettivo di far comprendere quanto lavoro e quanta passione si nascondono dietro un formaggio. Molti i caseifici partecipanti in tutta Italia e tra questi anche alcune aziende siciliane. Finora sono tre: l’azienda agricola Mignacca all’interno di un casale in parte ristrutturato sulla montagna di Catenanuova (En), residenza estiva del Principe della Catena; Villa Dafne ad Alia (Pa), un agriturismo con annesso caseificio e allevamenti e il Caseificio Delle Scale di Rossella Calascibetta che alleva capre a Monreale (Pa). Durante l’Open Day dei caseifici agricoli è possibile…

I nostri dieci minuti con… dedicati all’apicoltura e al miele|Video

Nei nostri dieci minuti con… oggi, venerdì 26 luglio, abbiamo parlato di api, apicoltura e miele con Giovanni Caronia, il presidente dell’associazione regionale degli apicoltori siciliani. Conversando con Giovanni Caronia abbiamo scoperto che gli apicoltori in Sicilia sono aumentati così come gli alveari, ma nonostante questo, ormai da cinque anni il trend delle produzioni è decrescente. Tutta colpa dei cambi climatici, a quanto pare. Il presidente degli apicoltori siciliani ha poi sottolineato che, per quanto si sia ridotta fortemente la produzione in Sicilia e anche in Italia, i prezzi non sono aumentati, così come ci si aspetterebbe se le regole economiche fossero valide anche in questo comparto produttivo. E sapete perché? Semplicemente perché il miele è una delle commodities che viene trattata nella Borsa merci…

Maledetta primavera 2019. Miele di agrumi in picchiata anche in Sicilia

miele

(di Angela Sciortino) Brutta annata per gli apicoltori anche quella del 2019. La fotografia scattata da Ismea sulla produzione di miele nazionale mette in risalto una produzione praticamente dimezzata. Il picco negativo della produzione di miele di agrumi e di acacia si è tradotto già in una riduzione dei ricavi per gli apicoltori pari a circa 73 milioni di euro. Tutta colpa dell’andamento climatico anomalo. La strana primavera 2019, infatti, ha messo definitivamente in ginocchio un settore già alle prese con problemi sanitari e minacciato dalla forte concorrenza del prodotto di provenienza estera. Le perdite produttive per il miele d’acacia – stimate intorno ai 55 milioni di euro – hanno penalizzato soprattutto le regioni del Nord (Piemonte, Emilia Romagna, Toscana, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia…

Innovazione in agricoltura, Confagri premia due giovani siciliani

premio Innovazione in Agricoltura

(di Redazione) Si è tenuta nei giorni scorsi, a Roma a Palazzo della Valle, la cerimonia con cui Confagricoltura ha premiato gli innovatori agricoli. Sul podio tredici imprese ed aggregazioni che si sono poste in evidenza per il proprio impegno nell’utilizzare le più avanzate soluzioni tecnologiche e digitali, nell’aggregarsi per raggiungere precisi obiettivi (l’unione fa la forza), nel combinare sostenibilità economica ed ambientale, nell’essere attenti al territorio, nel fare cultura e arte. Lorenzo Cannella (28 anni, titolare di Mangrovia, Scicli), e Arturo Mannino, (29 anni, titolare di Ittica Siciliana, Aci Catena) si sono aggiudicati si sono aggiudicati il terzo posto della categoria “Reti d’imprese”.  I due giovani biologi siciliani hanno reinventato l’acquacoltura adottando il sistema dell’acquaponica che riduce al minimo l’uso di acqua (-90%), l’uso di spazio, elimina l’uso di…

La Regione in cerca di un gestore per il salumificio di Galati Mamertino

prosciutti-suino-nero-dei Nebrodi

(di Angela Sciortino) A Galati Mamertino, in provincia di Messina, c’è un centro pilota per la trasformazione delle carni di suino nero dei Nebrodi in cerca di un gestore. Il Dipartimento regionale Agricoltura che ne è proprietario, ha pubblicato un bando per selezionare aziende specializzate a cui affidarlo che scade alle 13,00 del 30 luglio prossimo. Realizzato con fondi europei dalla Regione che ha speso all’incirca un milione di euro e allocato in edificio di proprietà del comune attiguo al centro polifunzionale, nel 2005 dopo il collaudo, venne affidato al consorzio di produttori “Terre dei Nebrodi”. Una volta superata la fase sperimentale sarebbe dovuto diventare punto di riferimento per la lavorazione di carni di suino nero dei Nebrodi in grado di rilasciare tutte le certificazione previste…

Aethina tumida, a Lentini l’Asp distrugge 91 alveari. L’Aras invita alla collaborazione

alveari

(di Angela Sciortino) Il Servizio Sanità Animale dell’Asp di Siracusa lo scorso 23 giugno ha distrutto 91 alveari perchè infestati dal coleottero Aethina tumida, il pericoloso coleottero che può causare il danneggiamento dei favi e la perdita di miele e polline. Le api sono state uccise con anidride solforosa e si è provveduto alla distruzione con il fuoco di tutto l’apiario, alla disinfestazione e all’aratura del terreno. «Ancora una volta la provincia di Siracusa si ritrova coinvolta, incolpevole, nel terribile vortice delle malattie soggette a denuncia obbligatoria dell’Unione Europea», spiega Giovanna Fulgonio, responsabile del servizio. «A maggio scorso abbiamo avuto la richiesta di intervento da parte delle forze dell’ordine che – aggiunge – avevano rintracciato delle arnie che un apicoltore catanese fermato in Calabria, unica…

Asino pantesco. La Regione ne affida diciotto esemplari in comodato d’uso gratuito

asino pantesco

(di Redazione) La Regione Siciliana ha lanciato una “manifestazione di interesse” per cedere in comodato d’uso diciotto esemplari di asino pantesco: tredici maschi e cinque femmine. A poterne chiedere l’affidamento sono: soggetti pubblici (Comuni, Unione dei Comuni, Liberi consorzi, Città metropolitane, istituti, enti di ricerca, aziende speciali silvopastorali) ma anche privati cioè aziende agricole, zootecniche e agrituristiche che utilizzano animali a scopo didattico, onoterapico e socio-ricreativo o impegnate nella tutela e salvaguardia delle razze autoctone, nella promozione e riproduzione). Infine, possono chiederne l’affidamento anche gli enti del Terzo settore senza fini di lucro che svolgono attività di utilità sociale, didattica, turistica e allevamento. L’avviso è del Dipartimento dello Sviluppo rurale e territoriale, guidato da Mario Candore che da anni si occupa della tutela e valorizzazione…

1 2 3 6

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.