Privacy Policy
Home / Archivio per Categoria “zootecnia”

Archivi

Zootecnia, Coldiretti Sicilia: “Allarme stop assistenza per gli allevatori . Tecnici senza stipendio da gennaio”

allevamento rigenerativo Cremona

Dalla siccità allo spreco di acqua. Dalle attese estenuanti dei ristori per gli incendi, al peggioramento quotidiano delle strade interne alla paradossale e vergognosa situazione dell’assistenza alle aziende zootecniche: i tecnici non ricevono lo stipendio da gennaio scorso. Lo afferma Coldiretti Sicilia che lancia l’allarme sulla gravissima situazione che stanno vivendo gli allevatori impegnati nel percorso di miglioramento genetico che non hanno il supporto dei tecnici dell’istituto zootecnico. Il paradosso – aggiunge Coldiretti – è che i fondi ci sono ma non si capisce perché restano immobilizzati all’assessorato regionale dell’agricoltura e così si rischia di perdere anni e anni di lavoro. Sulla zootecnia – conclude Coldiretti Sicilia –  oltre all’aumento vertiginoso  dei costi di oltre il 100 per cento grava anche la non giusta remunerazione…

Cia: “Direttiva su emissioni inquinanti non penalizzi sistema produttivo”

Servono risorse finanziarie, ricerca e innovazione per traghettare la zootecnia verso una piena sostenibilità ambientale senza penalizzarla con eccessivi oneri burocratici. È questo l’appello di Cia–Agricoltori Italiani, a commento della proposta della Commissione Ue di modificare la direttiva sulle emissioni inquinanti, che allarga la richiesta dei certificati ambientali a tutti gli allevamenti di bovini, suini e pollame con oltre 150 unità di bestiame, venendo -di fatto- equiparati alle attività industriali. Secondo Cia, per mettere nelle condizioni il sistema allevatoriale italiano di raccogliere la sfida europea per un’economia a inquinamento zero, occorre dotarlo degli strumenti necessari ad aumentare la competitività e perseguire l’ambizioso piano di Bruxelles. Allo stesso tempo, si richiedono tempistiche meno rigide rispetto a quelle previste (il 2027 la deadline di attuazione della direttiva),…

Crisi Ucraina, Legacoop: “Zootecnia da latte in ginocchio, in arrivo aiuti straordinari”

zootecnia iblea

La Regione siciliana interverrà con un aiuto straordinario di alcuni di milioni di euro per fronteggiare l’emergenza zootecnia bovina da latte. Lo ha assicurato l’assessore regionale all’agricoltura Toni Scilla al presidente di Legacoop Sicilia, Filippo Parrino, dopo che nei giorni scorsi la centrale cooperativa aveva lanciato l’Sos per tutto il comparto zootecnico. «Senza un intervento straordinario della Regione – aveva denunciato Parrino – in Sicilia entro la fine di quest’anno potrebbe chiudere i battenti almeno il 30% delle stalle. E analogo destino toccherebbe alle aziende di trasformazione».Nei prossimi giorni tra i vertici di Legacoop Sicilia e l’assessore Scilla ci sarà un incontro nel corso del qualeconcordare le modalità di attuazione degli aiuti e i relativi importi. Enormi le difficoltà del comparto lattiero caseario siciliano. «L’impatto…

Benessere animale, All. Coop.: “Bene relazione del parlamento, ma nuove politiche UE rischiano di penalizzare il settore zootecnico”

“Il Parlamento europeo è consapevole degli sforzi fatti finora dalle imprese zootecniche in tema di benessere animale e intende incoraggiare gli allevatori a proseguire i loro sforzi. Va in questa direzione la votazione da parte degli europarlamentari della relazione sul benessere degli animali in stalla che ha restituito un testo finale con suggerimenti equilibrati che non demonizzano gli allevamenti europei”.?Così Giorgio Mercuri, presidente di Alleanza Cooperative Agroalimentari commenta il voto in plenaria del Parlamento europeo sulla relazione On-farm animal welfare presentata dall’eurodeputato francese Jérémy Decercle. “L’esito del voto dell’Europarlamento – commenta ancora Mercuri – è stato improntato a un grande senso di responsabilità. Il testo finale della relazione riconosce infatti come gli allevamenti europei siano già conformi alla normativa UE attuale sul benessere animale e quanto le…

Scilla: “In arrivo per gli allevatori siciliani 25 milioni di euro”

«In arrivo per gli allevatori siciliani 25 milioni di euro». Ad annunciarlo, l’assessore della Regione Siciliana dell’agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea, Toni Scilla.   L’assessore ha ribadito che «è in pagamento la Misura 13 del PSR 2014/2022 – Indennità compensativa. Con i fatti il Governo regionale dimostra la centralità che si vuole attribuire alla zootecnia siciliana». © Riproduzione Riservata

Fiere Zootecniche, Giansanti (Confagricoltura): rilanciare la zootecnia 4.0

“È fondamentale definire le priorità che dovranno far parte del piano strategico nazionale di attuazione della Pac che entro il 31 dicembre andrà presentato alla Commissione Europea. Il sistema dell’allevamento costituisce senz’altro una di esse e dovremo trovarlo indicato a chiare lettere nel piano, come obiettivo declinato in termini di scelte e risorse strategiche”. Lo ha detto il presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti, intervenendo a Cremona al forum ‘Towards the new European Green Deal – Il ruolo dell’agrozootecnia tra nutrizione, sostenibilità e modelli produttivi’, nell’ambito degli appuntamenti delle Fiere Zootecniche Internazionali. “A fronte di un numero crescente di variabili e del significativo aumento dei costi di produzione, agricoltori e allevatori hanno bisogno di certezze – ha proseguito Giansanti -. Stabilire le priorità significa anche definire i…

Allevamento, dal governo Musumeci norma per consentire continuità dei controlli zootecnici

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci,  ha incontrato al Palaregione di Catania Giuseppe Campione, direttore regionale per la Sicilia dell’Associazione italiana allevatori, accompagnato dal presidente dei deputati-questori all’Assemblea regionale siciliana Giorgio Assenza. Al fine di assicurare la fondamentale continuità del servizio svolto dai controllori zootecnici (ex Aras), oggi in capo all’Istituto zootecnico sperimentale per la Sicilia, il governatore ha assicurato che la giunta adotterà nelle prossime ore una norma che riconosce l’Istituto come ente di ricerca della Regione e proroga al triennio 2022-24 le disposizioni vigenti in materia, scongiurando l’interruzione delle prestazioni. A tal fine, la norma prevede l’autorizzazione della spesa in dodicesimi nelle more dell’approvazione della Legge di stabilità 2022. Intanto, in merito al malessere presente tra gli allevatori, per affrontare la problematica del…

Prezzi, Coldiretti: “A Natale si paga più la bottiglia che il pomodoro”

Con il rincaro dei costi energetici che si trasferisce sui costi di produzione nella filiera agroalimentare come quello per gli imballaggi, a Natale si pagherà più la bottiglia che il pomodoro in essa contenuto. A lanciare l’allarme è la Coldiretti in riferimento allo studio Codacons secondo il quale le prossime feste rischiano di essere le più “salate” degli ultimi anni sul fronte di prezzi e tariffe, e potrebbe costare agli italiani, a parità di consumi rispetto al periodo pre-pandemia (2019), quasi 1,4 miliardi di euro in più.   Il boom delle quotazioni per i prodotti energetici e le materie prime si riflette – sottolinea Coldiretti – sui costi di produzione del cibo ma anche su quelli di confezionamento, dalla plastica per i vasetti dei fiori…

Zootecnia, la Regione finanzia la riqualificazione del Foro boario di Ragusa

La Regione punta sul rilancio e sulla valorizzazione della Fiera agroalimentare del Mediterraneo (Fam). Sono stati finanziati con 690 mila euro i lavori di riqualificazione del Foro boario di Ragusa, in contrada Nunziata, area di proprietà del Comune ibleo e sede della manifestazione fieristica. Lo ha deciso il governo Musumeci, accogliendo l’istanza presentata, nel maggio scorso, dal sindaco, Peppe Cassì. La decisione segue l’impegno preso dal presidente della Regione con la comunità locale per la valorizzazione della rassegna zootecnica.   «La zootecnia rappresenta una colonna non solo dell’economia del Ragusano – afferma il governatore siciliano Nello Musumeci – ma per tutta l’Isola. Ecco perché si impone la necessità di avere a disposizione strutture che possano essere idonee e  adeguate a fare da vetrina per la…

Incendi, la Regione firma protocollo con associazioni venatorie per attività di prevenzione

Iscritti e volontari delle associazioni venatorie sono stati “arruolati” dalla Regione Siciliana nell’attività di prevenzione incendi. Questa mattina, nella sede della Presidenza a Palazzo Orléans, l’assessore al Territorio e Ambiente Toto Cordaro e il direttore del Corpo forestale regionale Giovanni Salerno hanno siglato un protocollo d’intesa sperimentale con 19 organizzazioni dei cacciatori operanti in Sicilia.   «Come già fatto con le associazioni degli agricoltori, ambientaliste e sportive – spiega l’assessore Toto Cordaro – abbiamo coinvolto anche gli appassionati di caccia, attraverso le tante realtà attive sul territorio regionale, per creare quella rete diffusa di sorveglianza e sensibilizzazione che può rivelarsi fondamentale nel prevenire o nel segnalare i roghi. Il governo Musumeci ritiene, infatti, che costruire una “squadra” ampia e ramificata  per la protezione dei boschi…

1 2 3 8

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.