Privacy Policy
Home / Archivio per Categoria “Politiche” (Page 2)

Archivi

#SaveTumaPersa, Musumeci per lunedì convoca vertice per la frana di Castronovo

#savetumapersa

(di Angela Sciortino) La campagna di solidarietà sui social #SaveTumaPersa che in pochi giorni ha fatto il giro del web ha raggiunto un primo obiettivo. Ha acceso (finalmente) l’attenzione delle istituzioni e più precisamente quella del governatore Nello Musumeci sulla frana che dal 3 novembre ha interrotto la strada provinciale mettendo letteralmente in ginocchio il caseificio Passalacqua, l’unica azienda siciliana che a Castronovo di Sicilia produce un apprezzassimo formaggio: la tuma persa.  In uno stringatissimo comunicato Musumeci diramato ieri pomeriggio dichiara: «Se non interviene la Città metropolitana di Palermo, lo farà in sostituzione la Protezione civile regionale. Per questo motivo, ho già convocato per lunedì un vertice a Palazzo d’Orleans». La battaglia a colpi di hashtag #SaveTumaPersa e scatti fotografici, un vero e proprio appello…

Grano duro bio, in Sicilia via libera alla deroga: si semina ad anni alterni 

grano-duro-bio-deroga

(di Luigi Noto) Per il grano duro biologico in Sicilia gli agricoltori potranno adottare la rotazione quadriennale con due cicli colturali di frumento. È arrivato velocemente, e in tempo per le semine, il parere favorevole del Ministero delle Politiche Agricole che in buona sostanza permette di tornare alla tradizionale semina biennale del grano duro, che vanta una tradizione secolare e che si è spesso concretizzata nell’avvicendamento di grano duro e fava da sempre presente negli nostri ordinamenti colturali dell’isola. La nuova versione del decreto ministeriale sull’agricoltura biologica aveva messo in allarme i cerealicoltori siciliani che temevano di non potere procedere alle semine. La norma, infatti, in pratica limitava la possibilità degli agricoltori isolani di seguire le tradizionali e consolidate rotazioni colturali in cui la coltura del grano –…

Agrumeti storici, in Conferenza Stato-Regioni accordo sul fondo di 3 milioni di euro

agrumeti storici Bagheria

(di Angela Sciortino) Sono sparpagliati per l’Italia ma rischiano l’abbandono. Sono per niente redditizi e per mantenerli si spendono tanti soldi. Crescono prevalentemente al Sud, ma ancora per poco, a sentire alcuni agricoltori eroici che non ce la fanno più a mantenerli. Si trovano prevalentemente sulla riviera ionica della Sicilia e su quella tirrenica e ionica della Calabria. Poi ci sono quelli della penisola sorrentina e i famosi limoneti a terrazze a strapiombo sul mare della costa amalfitana, quelli delle isole del golfo di Napoli e quelli del Gargano in Puglia. E per finire quelli che crescono intorno al lago di Garda. Parliamo degli agrumeti storici e caratteristici, quelli cioè che hanno particolare pregio varietale paesaggistico, storico e ambientale e che sono situati in aree…

Ocm vino, online i progetti ammessi e quelli esclusi per la promozione e ristrutturazione vigneti

ocm vino

(di Luigi Noto) In arrivo quasi 36 milioni di euro per le aziende vitivinicole siciliane. Sono quelli dei bando dell’Ocm vino per la “Ristrutturazione e riconversione dei vigneti per la campagna 2018-2019” e per la “Promozione nei Paesi terzi” di cui sono state di recente pubblicate le graduatorie sul sito dell’Assessorato regionale all’Agricoltura. Sono 951 le aziende e i produttori dell’Isola che potranno beneficiare di un finanziamento complessivo derivato da una misura europea a regia mista ministero-regioni di trenta milioni di euro per l’ammodernamento e l’aumento di superficie (limitata) dei propri vigneti. «L’intervento si inserisce in un percorso che punta al miglioramento qualitativo e per un maggiore appeal del prodotto siciliano sul mercato nazionale ed estero. Le uve provenienti dai vigneti realizzati attraverso la misura…

Danni da maltempo, possibili i risarcimenti agli agricoltori in deroga all’obbligo assicurativo

danni da maltempo e alluvione

((di Angela Sciortino) Ancora i soldi non sono disponibili. Ma appena lo saranno, le aziende agricole che nelle settimane scorse hanno subito danni da maltempo, potranno ricevere un risarcimento. Quello stesso che all’indomani della tragedia, benché necessario, non era possibile prevedere.  Con la firma dell’ordinanza di Protezione civile nazionale sui primi interventi urgenti in conseguenza di eccezionali eventi meteorologici che hanno colpito la Sicilia a partire dall’ottobre scorso, la vicenda sembra possa avere un epilogo positivo. Con l’articolo 4, infatti, è stata recepita la proposta, varata dal governo Musumeci su proposta dell’assessore per l’Agricoltura Edy Bandiera, di derogare da quanto disposto dal decreto legislativo 102 del 2004. Quella norma che prevede la non risarcibilità dei danni causati da eventi meteorici nei confronti dei quali è…

Irvos alle prese con pignoramenti e burocrazia, ma la certificazione non si ferma

irvos

(di Angela Sciortino) Ancora nuvole nere sull’Istituto regionale della Vino e dell’Olio. E anche tanti avvoltoi. Gli stessi che negli anni passati (ma forse nemmeno lo ricordano) non preoccupandosi di rifornirlo delle necessarie coperture finanziarie, hanno preferito lasciarlo al proprio destino. In pochi anni l’Irvos ha accumulato milioni di euro di debiti. Per l’esattezza alla fine del 2015 ammontavano a circa 9 milioni e 700 mila euro. Grazie alle economie realizzate e alle importanti entrate assicurate dall’attività di certificazione dei vini a Doc (Doc Sicilia in testa), il disavanzo è stato già ridotto di 2 milioni e 700 mila euro. Ma il debito residuo è ancora troppo consistente per non impensierire i vertici dell’Istituto Vino e Olio e quelli dell’Assessorato Agricoltura (assessore e dirigente generale)….

A Castelbuono dal 16 al 18 novembre porte aperte per celebrare il valore dell’asino

castelbuono asino netturbino 1

(di Luigi Noto) Dal 16 al 18 novembre a Castelbuono si svolgerà “Il valore dell’asino – Castelbuono Porte Aperte”, l’originale iniziativa che vede protagonista l’asino. Questo animale dal carattere dolce e mansueto che nel centro madonita aiuta nella raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta, inerpicandosi tra i vicoli della cittadina dove i mezzi meccanici non riescono a entrare, ha conquistato la benevolenza dei residenti, dei bambini e dei turisti che sempre più numerosi visitano il paese.  L’iniziativa del Comune di Castelbuono organizzata con il Comitato S.Anna, la Pro Loco e Centropolis Castelbuonese, è stata pensata per condividere con i cittadini del comprensorio madonita e i turisti, le attività realizzate a Castelbuono su un percorso di concreta sostenibilità e di politiche locali a difesa del…

Territorio devastato e campagne in ginocchio. J’accuse di professionisti e agricoltori inascoltati

danni da maltempo e alluvione

(di Angela Sciortino) Dopo il cordoglio per le vittime di un evento estremo sì, ma non imprevedibile, gli agricoltori, custodi e allo stesso tempo fruitori del territorio, fanno adesso i conti con i danni provocati dall’alluvione e dai nubifragi: compromessa buona parte della viabilità rurale con l’isolamento di numerose aziende agricole, impianti arborei sommersi da acqua e fango e irrimediabilmente distrutti, strutture seriamente danneggiate e mancate semine. E nel momento della riflessione si rimettono sul tavolo questioni importanti come quelle della bonifica e della gestione dei bacini imbriferi che sono in capo ai consorzi di bonifica. Rosa Giovanna Castagna, presidente regionale della Confederazione Italiana Agricoltori dichiara: «Per battere la burocrazia e le lentezze del sistema nella tutela del territorio è necessario ripensare il rapporto con…

Per gli agrumi siciliani si apre il mercato cinese: pronto l’accordo per il trasporto aereo

Cina

(di Angela Sciortino) La Cina per le arance siciliane, sembra sempre più vicina. I produttori contano di poterle inviare già a febbraio in occasione del Capodanno cinese. La notizia dell’intesa con il governo cinese per l’export degli agrumi via aereo che è stata data ieri dal vicepremier Luigi Di Maio, rappresenta un traguardo che apre scenari nuovi per il comparto agrumicolo. Ad affermarlo è Federica Argentati, presidente del Distretto Agrumi di Sicilia. «La filiera agrumicola – spiega il presidente del Distretto – con il supporto delle istituzioni regionali e nazionali si è già uniformata in molti casi alle rigide procedure imposte dal protocollo Italia-Cina per consentire l’export di agrumi nella Repubblica Popolare Cinese. Ma questo impegno sino ad ora era vanificato dall’unica modalità di trasporto consentita,…

Economia sociale e solidale. L’etica del produrre dal 9 all’11 novembre a Palermo

(di Angela Sciortino) La risposta alla globalizzazione che tanti danni ha provocato alle economie reali basate su numerose aziende micro, piccole e medie come l’agricoltura siciliana e italiana, non è l’autarchia e il protezionismo, così come pensano in molti, ma potrebbe essere la più attuale economia circolare. Non compromette le relazioni economiche e politiche internazionali e allo stesso tempo non mortifica le tante piccole aziende che costituiscono il tessuto produttivo italiano e si basa su etica e rispetto delle risorse naturali. L’applicazione di questo modello economico è facilmente applicabile all’agroalimentare e ha una forte valenza etica tanto che spesso riesce ad avere anche una valenza in termini di inclusione sociale. Una riflessione a tutto campo e un approfondimento su come le comunità possono rispondere agli effetti…

1 2 3 4 9