Privacy Policy
Home / Archivio per Categoria “Politiche”

Archivi

Attività produttive, dopo due anni di stop, l’Assessorato tornerà ad occuparsi di Distretti

Distretti produttivi

(di Redazione) Distretti produttivi, sarà la volta buona? Dopo due anni di silenzio e di rinvii, pare che alla Regione Siciliana si ridesti l’attenzione verso queste aggregazioni economiche. L’impegno appartiene all’assessore Mimmo Turano che la scorsa settimana a Palermo ne ha convocato i rappresentati. «Finalmente la Regione siciliana, tramite l’assessore alle Attività produttive Mimmo Turano, afferma di voler puntare e rilanciare i distretti produttivi. Ne prendiamo atto, dopo due anni di silenzio e di rinvii. Ma adesso non c’è tempo da perdere e bisogna fare presto», ha affermato Federica Argentati, presidente del Distretto Agrumi di Sicilia, uscendo dall’incontro convocato a Palermo dall’assessore alle attività produttive. «Ci fa piacere – ha proseguito Argentati – che l’assessorato voglia adesso procedere speditamente con il riconoscimento dei Distretti come previsto…

Zone Franche Montane, incontro del Comitato a Castellana Sicula

sit-in zone franche montane

(di Redazione) Un incontro aperto agli operatori economici e alla cittadinanza, sull’istituzione in Sicilia delle Zone Franche Montane (ZFM), si terrà oggi, lunedì 16 settembre, a partire dalle 20, a Castellana Sicula (Palermo) in Piazza Europa. L’iniziativa è promossa dal Comitato regionale promotore delle Zone Franche Montane per combattere lo spopolamento e promuovere lo sviluppo di questi territori e verterà sui seguenti temi: esonero del versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente; esenzione ai fini delle imposte dirette sul reddito; esenzione ai fini Irap del valore della produzione netta derivante dallo sviluppo dell’attività esercitata dall’impresa; esenzione dell’Imu per gli immobili posseduti ed utilizzati per l’esercizio dell’attività economica; agevolazioni sulle aliquote Iva diversificate in relazione alla loro classificazione in micro, piccole, medie e grandi imprese….

Riqualificazione e valorizzazione per tre borghi rurali dell’epoca fascista

borghi rurali

(di Redazione) Quattordici milioni di euro per riqualificare e valorizzare tre borghi rurali degli anni ’40: il Borgo Lupo, in provincia di Catania, il Borgo Bonsignore, nell’Agrigentino ed il Borgo Borzellino, in provincia di Palermo. Si tratta di tre degli otto borghi costruiti tra il 1939 ed il 1943 su decisione del governo italiano dall’Ente per la colonizzazione del latifondo siciliano. Dopo la seconda guerra mondiale questi borghi rurali passarono all’Eras (Ente per la riforma agraria in Sicilia) e poi all’Esa, l’Ente di Sviluppo Agricolo in cui confluirono tutti i beni immobili e le attività dell’Eras. I tre borghi in questione sono ormai in condizioni di semi-abbandono, ma anche gli altri cinque costruiti nel medesimo periodo – Borgo Giuliano a San Teodoro, Borgo Portella della…

Tristeza agrumi, Selvaggi: bene aiuti dall’Ue, adesso certezza su entità finanziamenti

arance virus tristeza

(di Redazione) Giovanni Selvaggi, presidente di Confagricoltura Catania e del Consorzio di tutela Arancia Rossa di Sicilia Igp chiede lumi circa il piano di finanziamento europeo per supportare i costi di riconversione degli agrumeti e uliveti siciliani colpiti da agenti fitofagi o patologici, incluso il Tristeza virus dell’arancio. «In questi giorni – afferma Selvaggi – i media hanno dato notizia dell’approvazione, in Commissione Agricoltura al Parlamento Europeo, di un emendamento al bilancio dell’Unione Europea del 2020, proposto dal parlamentare siciliano Giuseppe Milazzo, che prevede un piano di finanziamento per supportare i costi di riconversione degli agrumeti e uliveti siciliani colpiti da fitopatie. Si tratta di una buona notizia ma nulla ancora si sa della dotazione finanziaria di questo piano né delle modalità di erogazione del finanziamento»….

A Castellana Sicula, sit-in e laboratorio di idee per le Zone Franche Montane

Zone Franche Montane

(di Redazione) Zone Franche Montane, se ne parla da anni ma la legge non arriva. Eppure il disegno di legge per consentire la fiscalità di sviluppo per queste aree della Sicilia a rischio spopolamento e desertificazione sociale ed economica è pronto da anni ma l’Ars non legifera in merito. Superati i 1600 giorni di inutile attesa, il comitato promotore per l’istituzione delle Zfm è da giorni in sit-in permanente a Castellana Sicula (Pa) per protestare contro l’immobilismo dell’Ars e per sensibilizzare governo regionale. «Resteremo qui – ha affermato ieri Vincenzo Lapunzina del comitato regionale per le Zfm – finché non avremo rassicurazioni sull’approvazione della legge obiettivo sulle Zone Franche Montane. Al presidente della Regione Nello Musumeci e al presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana Gianfranco Miccichè». E ha aggiunto: «Da mesi – ha…

Lotta alla desertificazione in Sicilia, nasce una consulta

desertificazione

(Di Redazione) Il deserto avanza in Sicilia a ritmi preoccupanti ma per contrastare questo fenomeno si fa ancora troppo poco. Per discutere e individuare soluzioni al problema è stata ieri formalmente costituita la “Consulta per la lotta alla desertificazione in Sicilia”. L’organismo costituito su impulso della deputata regionale del Movimento 5 Stelle, Valentina Palmeri, nasce in  applicazione della Convenzione delle Nazioni Unite che hanno già da tempo adottato indirizzi politici per sensibilizzare i singoli paesi verso questo grave problema. «La Consulta – spiega Valentina Palmeri – sarà lo strumento operativo per elaborare studi per settori tematici, con report e proposte che possano diventare leggi e azioni di governo». L’organismo è composto dai rappresentanti di enti locali, imprese, associazioni, fondazioni, enti del terzo settore, rappresentanti politici…

Da Comagri Ue ok ad aiuti per la riconversione di agrumeti e uliveti colpiti da fitopatie

riconversione agrumeti

(di Redazione) «La Commissione Agricoltura ha approvato un emendamento che prevede un piano di finanziamento per supportare i costi di riconversione degli agrumeti e uliveti siciliani colpiti da agenti fitofagi o patologici. Virus come la Tristeza per le arance, il Malsecco per i limoni, la Tuta absoluta per i pomodori colpiscono la nostra agricoltura mettendo in ginocchio il comparto e arrecando gravi disagi e perdite economiche». A riferirlo è Giuseppe Milazzo (Forza Italia – Partito Popolare Europeo), componente supplente della Commissione per l’Agricoltura e lo Sviluppo rurale del Parlamento europeo, che lo aveva presentato prima delle vacanze estive tra lo scetticismo di molti.   «Il Sud Italia fonda la sua economia di base su questi prodotti – prosegue l’eurodeputato – che può trarre respiro e…

Irrigazione, 40 milioni per tre opere nel Palermitano

opere irrigue

(di Redazione) Oltre quaranta milioni di euro per finanziare l’ammodernamento di tre importanti opere irrigue in provincia di Palermo. Sono stati sbloccati nel corso dell’ultima seduta del Cipe, alla quale ha partecipato il presidente della Regione, Nello Musumeci.  Non siamo di fronte però a risorse nuove. Sono in realtà di finanziamenti già assegnati che si correva il rischio di perdere. In pratica si tratta della rimodulazione delle somme non utilizzate che avrebbero dovuto sostenere il progetto “Derivazione dal Fiume Belice destro e affluenti nel serbatoio di Garcia”. Alla luce del notevole allungamento dei tempi di progettazione e alla lievitazione dei costi, la Regione Siciliana ha chiesto il finanziamento di nuovi interventi che riguarderanno, per lo più, reti di distribuzione. «Non potevamo assolutamente perdere queste risorse –…

Insediata la Governance regionale dell’agricoltura. Si apre nuova stagione di confronto

Governance regionale dell'agricoltura

(di Angela Sciortino) In clima quasi balneare, all’assessorato regionale dell’Agricoltura, è stata insediata ieri mattina a “Governance regionale dell’agricoltura”. Presente l’assessore regionale per l’Agricoltura Edy Bandiera e i dirigenti generali Dario Cartabellotta (Dipartimento Agricoltura) e Mario Candore (Dipartimento Sviluppo Rurale). Un tempo questi maxi-tavoli a cui partecipavano tutte rappresentanze delle imprese agricole singole e associate e il mondo delle professioni agricole non facevano notizia. Era normale, infatti, nella stagione politica in cui andava di moda il metodo della concertazione. Adesso, dopo anni in cui la politica ha preferito decidere da sola, essere autoreferente e lontana dalle reali esigenze del mondo agricolo, si torna alla stagione del confronto. Il luogo del confronto politico non si chiama Consiglio regionale dell’Agricoltura (soppresso alcuni anni fa per volontà dell’Assemblea Regionale Siciliana),…

Crisi del vino comune, Centinaio promette: abbasseremo le rese a 300 quintali per ettaro

rese

(di Redazione) Si comincia da un impegno: la riduzione delle rese massime dei vigneti per uva da vino comune. Dagli attuali 500 a 300 quintali per ettaro. L’impegno, strappato ieri al ministro delle Politiche agricole Gianmarco Centinaio dalla delegazione della Cia-Agricoltori Italiani, al momento è solo politico. Perché per arrivarci è necessario modificare il testo unico del vino. «Abbiamo ottenuto un risultato che è un primo passo per la ripresa del comparto. Adesso vigileremo affinché dall’annuncio si passi all’azione in tempi brevi e scongiurare il pericolo di una nuova crisi dei prezzi», ha dichiarato Antonino Cossentino, presidente della Cia Sicilia Occidentale, al termine dell’incontro avuto ieri mattina a Roma con il ministro. All’incontro hanno preso parte anche il presidente nazionale della Cia agricoltori italiani, Dino…

1 2 3 16

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.