Privacy Policy
Home / Archivio per Categoria “Opportunità”

Archivi

Il Russello ibleo presto tra varietà locali da conservazione di grano duro

Russello

Il grano duro “Ruscia” noto anche come “Russello ibleo” sarà presto riconosciuto varietà locale da conservazione. L’assessorato regionale all’agricoltura ha inviato la richiesta al ministero dopo il via libera deliberato all’unanimità della “Commissione di valutazione delle richieste di iscrizione al registro nazionale delle varietà da conservazione” istituita presso il Dipartimento regionale Agricoltura e presieduta dal Dirigente Generale, Carmelo Frittitta. La stessa Commissione, composta da rappresentati del Dipartimento Agricoltura, del Crea (Consiglio per la ricerca e l’analisi economica in agricoltura), della Stazione di Granicoltura per la Sicilia, del Servizio Fitosanitario regionale, delle Università degli Studi di Palermo e Catania e del Consorzio di Ricerca “Gian Pietro Ballatore”, nei mesi scorsi aveva “licenziato” positivamente altre richieste – 14 varietà da conservazione di grano duro e 2 varietà…

Psr, 15 nuovi bandi entro maggio. Tra questi bio, viabilità e investimenti aziendali|Videointervista

(di Angela Sciortino) Anche se ancora non sono stati emessi i decreti di finanziamento per alcuni bandi pubblicati anni fa e in alcuni casi non sono state pubblicate nemmeno le graduatorie (è il caso della misura destinata ai giovani imprenditori), il governo regionale “vuole rispondere alle esigenze degli agricoltori” e annuncia l’imminente pubblicazione di nuovi quindici bandi nell’ambito del Programma di sviluppo rurale 2014/2020.  «Con questi saranno messi a disposizione degli imprenditori agricoli siciliani quasi 146 milioni di euro», è stato annunciato dal presidente della Regione Nello Musumeci, alla presenza dell’assessore all’Agricoltura Edy Bandiera e dei dirigenti generali dei competenti dipartimenti Carmelo Frittitta e Mario Candore, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo d’Orleans.  Undici avvisi saranno pubblicati entro fine aprile, gli altri a maggio….

Libero scambio Italia-Giappone, al lavoro per l’export dei prodotti freschi a Igp

(di Angela Sciortino) Ad oggi né pomodori né limoni possono essere esportati in Giappone allo stato fresco, a differenza di quanto già accade per le arance in forza di un protocollo del 2008. Ma dopo il successo di una missione giapponese della seconda metà di marzo fra le piantagioni e i centri di lavorazione di pomodoro a Pachino, i limoneti di Avola e gli aranceti di Mineo, si è aperta la strada ad un “iter negoziale”.  I presidenti delle tre maggiori Igp della Sicilia orientale – Limone di Siracusa, Pomodoro di Pachino e Arancia rossa di Sicilia – che hanno accolto la missione nipponica formata da Minoru Ebinuma, direttore esecutivo per Nippun International, Hiroshi Terada, direttore commerciale di Sayu SpA, e le giornaliste Kei Segawa…

Resto al Sud, incontro dedicato ai giovani a Montemaggiore Belsito

Resto al Sud

  (di Redazione) Appuntamento a Montemaggiore Belsito organizzato dal Gal Isc Madonie per spiegare ai giovani come sfruttare gli incentivi dati dalla misura Resto al Sud che sostiene la nascita di nuove imprese nelle regioni del Mezzogiorno.  Delle diverse opportunità offerte dalla misura si parlerà, venerdì 12  aprile alle 16, presso il palazzo comunale nel corso di un incontro non solo espositivo delle opportunità offerte dalla misura, ma anche operativo per chi avesse bisogno di approfondimenti e risposte tecniche puntuali.   L’incontro di Montemaggiore Belsito rappresenta una opportunità da non perdere per i giovani che vogliono sfruttare gli incentivi offerti dal programma Resto al Sud nel campo della produzione di beni nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura e nella fornitura di…

Giovani imprenditori, altri 25 milioni per la sottomisura 6.1 del Psr

giovani imprenditori agricoli

(di Angela Sciortino) Altri 25 milioni di euro per la Sottomisura 6.1 del Psr destinata ai giovani che hanno fatto domanda di insediamento come capo azienda e che hanno partecipato al bando. La novità è contenuta del decreto odierno (1 aprile) a firma del dirigente generale dell’Assessorato Agricoltura, Carmelo Frittita, con il quale è stata approvata l’implementazione della dotazione finanziaria prevista dall’art. 3 del bando della Sottomisura 6.1 “Aiuti all’avviamento di imprese per i giovani agricoltori”. La dotazione complessiva, dunque, passa da 40 milioni a un totale di 65 milioni, fermo restando che il pieno utilizzo di tali risorse è legato alla disponibilità finanziaria delle altre sottomisure collegate. Il che significa che dagli iniziali mille soggetti, adesso potranno insediarsi altri 650 under 41. È anche…

Banca della Terra, non ci sono ancora terreni nell’albo, ma il governo indica a chi andranno

Banca della Terra

(di Angela Sciortino) Banca della Terra, anno zero. A distanza di cinque anni dalla sua istituzione con la legge finanziaria del 2014, poco o nulla ancora si è mosso. Di recente la Giunta regionale ha approvato un atto d’indirizzo con cui si individuano i beneficiari della Banca della Terra. Sono in sostanza i giovani agricoltori. Il primo requisito è l’età: non devono avere compiuto il quarantunesimo anno. Il secondo è l’intenzione di insediarsi per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo dell’azienda o, in alternativa, averlo già fatto ma da non oltre cinque anni. I requisiti dovranno essere posseduti alla data di scadenza del bando.  E fin qui le regole, o meglio l’indirizzo politico dato dalla Giunta regionale di governo che restringe…

Energia da fonti rinnovabili, rimessa a bando la misura 6.4b del Psr

energia rinnovabile

(di Redazione) Oltre 8 milioni di euro per favorire la produzione di energia da fonti rinnovabili. Lo prevede l’avviso messo a punto dalla Regione Siciliana, a valere sulla misura 6.4.b del Psr, per la quale è stata messa a bando l’intera dotazione finanziaria del Programma comunitario 2014-2020, pari a 8,3 milioni di euro.  Le domande di partecipazione potranno essere caricate sul portale Sian di Agea fino al 25 giugno 2019. L’intensità dell’aiuto è pari al 75 per cento in regime “de minimis”. Il bando redatto dal dipartimento Agricoltura in pratica sostituisce quello emesso nel 2017 che è stato annullato e prevede il finanziamento di interventi per la realizzazione di impianti per la produzione, il trasporto e la vendita di energia da fonti alternative: solare, elettrica,…

Tartufo siciliano, un ddl all’Ars per valorizzare il prodotto e tutelare l’ambiente

tartufi siciliani

(di Redazione) La Sicilia è riconosciuta tra le quattordici regioni tartufigene italiane, ma a differenza di molte altre che rientrano in questo gruppo, non si è ancora dotata di una legge ad hoc che permetta di valorizzare questo prodotto del sottobosco vietando al contempo vere e proprie predazioni. Delle difficoltà di oggi, del vuoto legislativo da colmare, delle esperienze delle altre regioni, ma anche delle interessanti potenzialità che i tartufi possono offrire, si parlerà nel corso del convegno “Norme in materia di raccolta, coltivazione, commercio e tutela del consumo dei tartufi nella Regione Siciliana” che si svolgerà il prossimo 2 aprile alle 9,30 a Palazzo dei Normanni presso la Sala Piersanti Mattarella (già Sala Gialla) dell’ARS e durante il quale verrà presentato il disegno di…

Inizia in Sicilia l’avventura della canapa. Seminati i primi quaranta ettari

confagricoltura ct - canapa

(di Redazione) Si sono concluse le operazioni di semina di canapa industriale nelle aziende associate a Confagricoltura Catania che hanno aderito al progetto di sviluppo e partnership avviato in Sicilia dall’azienda italo-canadese Canapar. Al progetto hanno dato disponibilità sei aziende agricole per un totale di quaranta ettari destinati alla coltura. Canapar, guidata dal siciliano Sergio Martines, che ha realizzato a Ragusa il più grande stabilimento italiano per la lavorazione della canapa a fini terapeutici e cosmetici, ha puntato sulla Sicilia perché dalle recenti ricerche è risultato che nella canapa coltivata nelle regioni con maggiore irraggiamento solare – quindi in particolare Sud Italia, Spagna e la zona balcanica – è presente una maggiore concentrazione di cannabinoidi. «La collaborazione con Confagricoltura Catania testimonia la nostra voglia di investire…

Le arance rosse siciliane planano in Cina sulle piattaforme di Alibaba Group

Alibaba

Le arance rosse siciliane sono destinate a un pubblico di consumatori ricchi che apprezzano il made in Italy e il made in Sicily e lo considerano come vero e proprio status symbol. Cibo da ricchi, insomma. In Cina le arance non mancano affatto – perfino quelle rosse producono – ma quelle siciliane saranno strapagate solo per il fatto che provengono da un paese “esotico” ricco di cultura e tradizioni e che sono più “pulite” di quelle prodotte in Cina. Qui, infatti, purtroppo, il livello di inquinamento di alcuni territori e di certi fiumi è bene al di sopra delle soglie di tolleranza. Le arance rosse siciliane sono state da poco inserite tra le referenze di Alibaba, la più importante piattaforma di commercio elettronico cinese, omologo…

1 2 3 12

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.