Privacy Policy
Home / Archivio per Categoria “News” (Page 71)

Archivi

Cambio al vertice ad Assovini: Alessio Planeta nuovo presidente

Alessio-Planeta

(di Redazione) È Alessio Planeta il nuovo presidente di Assovini Sicilia, l’associazione di cui fanno parte 76 aziende vinicole siciliane. Alessio Planeta, nato nel 1966, è amministratore delegato di Planeta, azienda familiare che è presente in diverse zone vitivinicole della Sicilia. Planeta subentra a Francesco Ferreri, che ultima il suo mandato alla presidenza durato tre anni e che nel frattempo è stato eletto presidente regionale di Coldiretti. “Continuerò a portare avanti il brand Sicilia, ruolo che Assovini si è dato fin dalla sua costituzione nel 1998” – ha detto Alessio Planeta subito dopo la nomina a presidente decisa dal nuovo consiglio di amministrazione che si è riunito a Radicepura di Giarre. “Non sarà facile fare di meglio rispetto ai risultati raggiunti negli ultimi sei anni da…

I siciliani consumano pochi formaggi dell’Isola

Nel corso del Nebrodi Cheese Festival, è stato presentato il risultato dell’indagine universitaria “Putie:  i prodotti caseari nei punti vendita della Sicilia”. Lo studio condotto dall’Università di Catania su 518 punti vendita (20% del totale) distribuiti in 157 comuni della Sicilia (40% del totale), ha messo in luce che i siciliani mangiano pochi formaggi prodotti nell’Isola. I più diffusi nei punti vendita, supermercati e negozi alimentari, sono il Grana Padano Dop, il Parmigiano Reggiano Dop, la pasta filata tipo Galbanino, la Ricotta fresca di pecora siciliana. I prodotti a marchio Dop più venduti sono Grana padano, Parmigiano, Asiago, Emmental, Taleggio. Solamente al sesto posto un siciliano: il Ragusano. Il prezzo medio dei prodotti lattiero caseari venduti in Sicilia è pari a 12,88 euro circa ed…

Presentata la Fas, rappresenterà il mondo agricolo siciliano [Video]

Ieri, a Villa Piccolo, a pochi chilometri da Capo D’Orlando, è stata ufficialmente presentata la Fas (Federazione Agricoltori Siciliani), una nuova realtà nata con l’obiettivo di rappresentare il mondo agricolo siciliano. Durante il primo congresso regionale sono state analizzate ed illustrate le strategie da mettere in campo per il rilancio e la tutela della biodiversità vegetale ed animale siciliana. Tra i temi affrontati, lo sviluppo ecosostenibile, il rapporto tra agricoltura e turismo, la promozione e la tutela della qualità. Nel video-servizio l’intervista al presidente Francesco Calanna.

Ocm Vino. Cambia il termine di presentazione delle domande, anticipato al 10 luglio

nuovi vigneti

Anticipati al 10 luglio i termini per la presentazione delle domande al bando Ocm Vino, pubblicato lo scorso maggio, sulla ristrutturazione e riconversione dei vigneti, che prevede un’assegnazione alla Sicilia di dieci milioni di euro. Come comunicato in una nota dall’Assessorato Regionale di Agricoltura, “il termine di presentazione delle domande telematiche di ristrutturazione e riconversione dei vigneti è fissato al 10 Luglio 2017“.  Viene precisato, inoltre, che le ditte, entro e non oltre le 13 del 17 Luglio 2017, devono consegnare copia cartacea della domanda e gli allegati previsti all’Ispettorato Agricoltura competente per territorio

A Villa Piccolo il 1° Congresso Regionale della Fas [Video]

Si terrà venerdì 7 luglio, nella suggestiva cornice di villa Piccolo, a pochi chilometri da Capo D’Orlando,  il 1° Congresso Regionale della Fas (Federazione Agricoltori Siciliani). Diversi i temi che verranno affrontati nel corso dell’evento, quali la biodiversità e lo sviluppo ecosostenibile, il rapporto tra agricoltura e turismo, la promozione e la tutela della qualità. L’occasione è anche un modo per conoscere il programma e le strategie messe in campo dalla Federazione Agricoltori Siciliani, il cui obiettivo principale è rappresentare il mondo agricolo siciliano, nello specifico nei tavoli tecnici della programmazione regionale, nazionale ed europea, per ridisegnare un nuovo modello di pianificazione territoriale. Su questa prospettiva si colloca la collaborazione, recentemente annunciata, tra Fas e Cifa (Confederazione italiana federazioni autonome), nata dall’esigenza di mettere al servizio…

Il moscerino che insidia le ciliegie dell’Etna si chiama Drosophila suzukii

Sos ciliegie in difficoltà: è stata accertata la diffusione del “moscerino dei piccoli frutti” (Drosophila suzukii) dal comprensorio di Mascali, in provincia di Catania. In passato, nel 2009, questo piccolo insetto, attratto da sostanze zuccherine, è stato segnalato in Italia su lampone e su altri piccoli frutti. Attacca prevalentemente specie frutticole con frutti a polpa morbida e dall’epidermide sottile come ciliegio, albicocco, uva.  La femmina di questa specie, appartenente dunque al genere Drosophila, presenta un ovopositore seghettato in grado di lacerare l’epidermide del frutto sulla pianta e deporre le uova nella polpa. Il frutto danneggiato è destinato successivamente a diventare marcio. Questo insetto, inoltre, compie sino a tredici generazioni annuali e la sua velocità di diffusione lo rende particolarmente insidioso.

A Floresta il “Nebrodi cheese festival”

formaggio-della-sicilia

Il formaggio è il protagonista del “Nebrodi cheese festival: Emozioni globali-prodotti locali”, evento che si svolgerà domenica 9 e lunedì 10 luglio, a Floresta, in provincia di Messina. L’iniziativa è organizzata dall’Università di Catania, dal Comune di Floresta, dall’ATS Pro Nebrodi (a cui hanno aderito i comuni di Randazzo, Roccella Val Demone, Maniace, Castel Umberto, Castel di Lucio, Tortorici, Sinagra, Basicò, S. Teodoro), dal Consorzio del formaggio Provola dei Nebrodi, in collaborazione con Cronache di Gusto. “Nebrodi cheese festival”, che mira a valorizzare le produzioni di nicchia territoriali, si contraddistingue per la sua unicità: è la prima volta infatti che in Sicilia alcuni  produttori decidono di organizzarsi per selezionare i loro prodotti migliori, stagionarli in forma collettiva e sviluppare una strategia di distribuzione e marketing comune. «Siamo…

Analisi e monitoraggio del grano duro: la Sicilia si conferma terra d’eccellenza

grano-duro

La Sicilia si conferma ancora una volta terra di prestigio per la qualità dei suoi prodotti: il Consorzio di Ricerca Gian Pietro Ballatore, infatti, ha diffuso lo scorso 27 giugno i dati sulle prime analisi effettuate dalla rete di monitoraggio del grano duro in Sicilia, in particolare premiando, per la percentuale di proteine (12,17%), quello prodotto nelle campagne dell’Ennese. Le analisi fanno riferimento a 1718 rilievi, per un totale di 242.873 quintali di grano duro analizzati, relativi a solo sei centri di stoccaggio aderenti alla rete (su un totale di 27), dislocati nelle 9 provincie, che sono dotati di tutti quei sistemi per l’analisi veloce, mediante spettroscopia Nir, validati e calibrati in collaborazione con il Crea-Qce di Roma. Le altre analisi, invece, si riferiscono al…

Nuova etichetta di qualità, arriva l’indicazione “prodotto di montagna”

prodotti di montagna

Un passo avanti nella valorizzazione e nella salvaguardia dei prodotti di origine animale, vegetale e per quanto concerne l’apicoltura. Secondo quanto reso noto dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, infatti, la Conferenza Stato-Regioni ha approvato il decreto per l’utilizzo dell’indicazione di qualità “prodotto di montagna”. L’etichetta facoltativa mira da una parte, a dare valore all’eccellenze montane del territorio, dall’altra garantisce, in termini di trasparenza e riconoscibilità, sostegno ad agricoltori e allevatori, benefici ai consumatori.   Per il vice ministro Andrea Olivero, con delega all’agricoltura di montagna, infatti, «con questo provvedimento si intende completare il quadro normativo nazionale sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari. Si concretizza quindi – ha affermato – uno strumento efficace per gli operatori delle zone montane, che potranno accrescere la redditività facendo…

Investire nell’agricoltura di precisione? I giovani disponibili a farlo entro 1-2 anni

(di Redazione) Giovani ed agricoltura un binomio che al giorno d’oggi sembra essere sempre più diffuso, a patto però che si lavori nel settore agricolo investendo in mezzi e tecnologie di precisione. È quanto emerge da un sondaggio realizzato nei giorni scorsi da Fieragricola di Verona, la manifestazione internazionale sull’agricoltura in programma dal 31 gennaio al 3 febbraio 2018.L’analisi ha coinvolto 700 fra agricoltori (64,2%), contoterzisti (7,14%), allevatori e operatori del settore primario (28,57%), con aziende collocate principalmente nel Nord-Est (55%), nel Nord-Ovest (28%) e nelle Isole (10%). A rispondere al sondaggio online di Fieragricola sono stati per oltre due terzi giovani con meno di 40 anni, percentuale che sale al 92% se si comprende anche la fascia di età compresa fra i 40 e…

1 69 70 71 72

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.