Privacy Policy
Home / Archivio per Categoria “Bio” (Page 2)

Archivi

Esperienza Nebrodi, educational tour per addetti ai lavori da Cesarò al lago Maulazzo

Cesarò Lago Maulazzo

(di Redazione) Una delle aree più suggestive del parco dei Nebrodi, il comune di Cesarò, ospiterà il 17 e 18 di novembre, negli spazi di Villa Aldo Moro, il secondo step della mostra mercato sulle eccellenze enogastronomiche territoriali intitolata “Esperienza Nebrodi”, finanziata dall’Assessorato regionale alle Attività produttive. Per due giorni Cesarò si trasformerà in un grande “salone del gusto” in cui i visitatori potranno riscoprire gli antichi sapori della tradizione gastronomica nebroidea. Sabato 17 novembre alle 16.30 si svolgerà il convegno “Azioni coordinate di rete per un turismo esponenziale naturalistico ed enogastronomico” in cui verranno approfondite le tematiche delle politiche di sviluppo che trovano fondamento nel connubio cibo – territorio. Interverranno: Giusi Maniaci, coordinatore della Rete del Gusto e dell’Accoglienza, Violetta Francesca, coordinatore regionale dell’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche…

A Castelbuono dal 16 al 18 novembre porte aperte per celebrare il valore dell’asino

castelbuono asino netturbino 1

(di Luigi Noto) Dal 16 al 18 novembre a Castelbuono si svolgerà “Il valore dell’asino – Castelbuono Porte Aperte”, l’originale iniziativa che vede protagonista l’asino. Questo animale dal carattere dolce e mansueto che nel centro madonita aiuta nella raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta, inerpicandosi tra i vicoli della cittadina dove i mezzi meccanici non riescono a entrare, ha conquistato la benevolenza dei residenti, dei bambini e dei turisti che sempre più numerosi visitano il paese.  L’iniziativa del Comune di Castelbuono organizzata con il Comitato S.Anna, la Pro Loco e Centropolis Castelbuonese, è stata pensata per condividere con i cittadini del comprensorio madonita e i turisti, le attività realizzate a Castelbuono su un percorso di concreta sostenibilità e di politiche locali a difesa del…

Regimi di qualità, dal Psr Sicilia un aiuto per i nuovi ingressi

regimi qualità

(di Angela Sciortino) Chi intende entrare in un dei numerosi regimi di qualità certificati può provare ad ottenere un contributo per i primi cinque anni per un massimo di tremila euro l’anno. Che sia biologico, Doc, Dop, Igp o anche uno dei sistemi di certificazione volontaria relativa alla sicurezza alimentare individuato dalle aziende agricole, tutti sono previsti all’interno del bando pubblicato lo scorso 26 ottobre sul sito del Psr Sicilia e relativo alla misura 3.1 “Sostegno alla nuova adesione a regimi di qualità” del per Sicilia 2014-2020.  Le domande di sostegno dovranno essere presentate attraverso il sistema informatico Sian e sono previste due fasi. La prima si è aperta 12 novembre per chiudersi il 28 febbraio del 2019 e per le domande presentate ci sarà…

Ad AgriAcademy “BrontEvo”, progetto di agrifood per grandi chef ed intenditori

Marcella Diforti AgriAcademy

(di Redazione) Nella tappa bolognese (la seconda dopo quella di Roma) di AgriAcademy, il progetto di alta formazione ideato e sviluppato da Ismea in collaborazione con il Mipaaft, presente anche BrontEvo che porta la firma di Marcella Diforti, giovane imprenditrice agricola di Bronte, in provincia di Catania. AgryAcademy è il programma di alta formazione promosso in collaborazione con il Ministero delle Politiche agricole alimentari forestali e del turismo e rivolto, in totale, a 200 giovani imprenditori agricoli vincitori del bando “Promuovere lo spirito e la cultura d’impresa” con l’obiettivo di avvicinare gli agricoltori under 40 alle tematiche dell’agricoltura 4.0, della digital transformation, dell’export management e del marketing, lavorando alla costruzione di veri progetti.  A Bologna, dal 9 all’11 novembre, sono stati presenti circa 50 giovani imprenditori che nel…

Nasce il Biodistretto dei Nebrodi. Presto modello di riferimento dell’economia sostenibile

Biodistretto dei Nebrodi

(di Angela Sciortino) Nasce il Biodistretto dei Nebrodi in un territorio che ha tutto da guadagnare dall’attuare comportamenti virtuosi nelle pratiche agricole e ambientali e di gestione del territorio. Un modello di riferimento, dunque, per altre realtà regionali e nazionali basato sulla valorizzazione dell’economia sostenibile per la tutela del territorio e dell’ambiente. Con la firma dell’atto costitutivo avvenuta ieri presso la sede dell’ente Parco prende vita e forma un progetto per il quale nei mesi scorsi è stato svolto un intenso lavoro propedeutico di individuazione dei partner e e delle linee guida. A sottoscrivere il documento con cui prende vita il sodalizio tra soggetti pubblici e privati finalizzato alla diffusione delle buone pratiche e non solo di quelle agricole, il commissario del Parco dei Nebrodi Luca Ferlito, il…

Per gli agrumi siciliani si apre il mercato cinese: pronto l’accordo per il trasporto aereo

Cina

(di Angela Sciortino) La Cina per le arance siciliane, sembra sempre più vicina. I produttori contano di poterle inviare già a febbraio in occasione del Capodanno cinese. La notizia dell’intesa con il governo cinese per l’export degli agrumi via aereo che è stata data ieri dal vicepremier Luigi Di Maio, rappresenta un traguardo che apre scenari nuovi per il comparto agrumicolo. Ad affermarlo è Federica Argentati, presidente del Distretto Agrumi di Sicilia. «La filiera agrumicola – spiega il presidente del Distretto – con il supporto delle istituzioni regionali e nazionali si è già uniformata in molti casi alle rigide procedure imposte dal protocollo Italia-Cina per consentire l’export di agrumi nella Repubblica Popolare Cinese. Ma questo impegno sino ad ora era vanificato dall’unica modalità di trasporto consentita,…

Economia sociale e solidale. L’etica del produrre dal 9 all’11 novembre a Palermo

(di Angela Sciortino) La risposta alla globalizzazione che tanti danni ha provocato alle economie reali basate su numerose aziende micro, piccole e medie come l’agricoltura siciliana e italiana, non è l’autarchia e il protezionismo, così come pensano in molti, ma potrebbe essere la più attuale economia circolare. Non compromette le relazioni economiche e politiche internazionali e allo stesso tempo non mortifica le tante piccole aziende che costituiscono il tessuto produttivo italiano e si basa su etica e rispetto delle risorse naturali. L’applicazione di questo modello economico è facilmente applicabile all’agroalimentare e ha una forte valenza etica tanto che spesso riesce ad avere anche una valenza in termini di inclusione sociale. Una riflessione a tutto campo e un approfondimento su come le comunità possono rispondere agli effetti…

Frumento duro bio. Alla ricerca di deroghe per mitigare gli effetti di un decreto ministeriale

frumento duro bio

(di Angela Sciortino) La pubblicazione del decreto in Gazzetta risale al 9 settembre. Ma non sono stati in molti ad accorgersi che qualcosa stava per cambiare, e di molto, le potenzialità produttive della Sicilia nel settore dei cereali bio. E in particolare del frumento duro che, com’è noto, è la principale coltura cerealicola dell’Isola che a sua volta è la regione con la maggiore superficie destinata all’agricoltura biologica. Con le nuove disposizioni contenute nel decreto sulle produzioni biologiche, la loro certificazione la loro etichettatura firmato dal ministro Centinaio lo scorso 18 luglio e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dello scorso 5 settembre, la produzione del frumento duro biologico in Sicilia potrebbe ridursi di un terzo. Tutta colpa di una piccola, a prima vista insignificante, modifica del decreto precedente, quello del 2009,…

A Catania in vendita le arance dello Zimbabwe. Il Distretto agrumicolo invita a fare rete e sistema

arance-zimbabwe

(di Luigi Noto) Non sarà stato piacevole per il presidente del Distretto agrumi di Sicilia quello che ha visto all’interno di un punto vendita di una importante catena della Gdo proprio sotto casa a Catania. Trovare  in vendita arance Valencia provenienti dallo Zimbabwe al prezzo di 1,79 euro al chilo sarà stato come una prendere una bella sberla o un pugno nello stomaco. Poi la riflessione porta a una conclusione: in questo momento non è disponibile prodotto nazionale e quindi che le arance estere possano essere vendute in Italia ci può stare. Ma se in Sicilia arrivano le arance prodotte in Zimbabwe, paese non proprio di grande notorietà per la produzione agrumicola (e agricola in genere) destinata all’export, e non avviene a stagioni invertite il…

Tar Sicilia: il sistema informatico di Agea non funziona e ha danneggiato gli agricoltori

Tar Sicilia

(di Luigi Noto) Perfino il Tar Sicilia sentenzia che il sistema informatico di Agea non funziona. E che questo ha messo in ginocchio il comparto agricolo biologico, un settore trainante dell’economia siciliana. E adesso? Al di là della vittoria del ricorso al Tar Sicilia contro Agea e Assessorato regionale all’agricoltura inanellata dall’Unione Allevatori Sicilia a cui aderiscono molti agricoltori e allevatori biologici siciliani, la situazione rimane immutata: chi non ha ancora ricevuto i premi previsti dai bandi del Psr non potrà riceverli immediatamente per effetto di questa sentenza. Potrà, piuttosto, adesso proporre azione di responsabilità per danni contro Agea responsabile del fatto che per anni ha tenuto bloccati i pagamenti a causa delle diffuse anomalie del Sian, il sistema sistema informatico dell’Agenzia. E considerato quante aziende sono…

1 2 3 4 6