Privacy Policy
Home / Archivio per Categoria “Agroalimentare” (Page 37)

Archivi

Pane di grani antichi e olio nuovo: a Ruralia la festa dei sensi

pane-e-olio

(di Redazione) L’odore dell’olio d’oliva appena estratto, per chi frequenta i frantoi e ha confidenza con le olive, è una di quelle sensazioni che non si dimenticano. Se poi questo profumo si unisce a quello del pane fatto con i grani antichi e appena sfornato, ecco che esplode la gioia dei sensi. Olfatto, gusto e vista saranno fortemente sollecitati domenica prossima alla fattoria didattica Ruralia dove è in programma una giornata all’insegna degli ingredienti e dei sapori di una volta. Continua a leggere…    © Riproduzione Riservata

Il Tar del Lazio respinge il ricorso dei pastai. L’origine del grano sarà in etichetta

Tar-del-Lazio

(di Redazione) L’origine del grano sull’etichetta della pasta da febbraio 2018 ci sarà. Il Tar del Lazio ha, infatti, bocciato il ricorso dei pastai contro il Decreto dei Ministri delle Politiche agricole Maurizio Martina e dello Sviluppo Economico Carlo Calenda con cui è stata introdotto in Italia dell’obbligo di indicazione della materia prima. Secondo Coldiretti la decisione del Tar del Lazio accoglie le richieste dell’81% degli italiani che chiedono maggiore trasparenza su quello che mangiano e portano in tavola. «Prendiamo atto con soddisfazione che la Magistratura – sottolinea il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo – ha riconosciuto il primato degli interessi dell’informazione dei cittadini su quelli economici e commerciali, respingendo un ricorso che andava contro gli interessi dell’Italia e degli Italiani che chiedono più trasparenza»….

Verdure spontanee commestibili, un corso per imparare a riconoscerle

(di Angela Sciortino) Due giorni di formazione per un totale di sette ore, alla fine del quale si sarà in grado di riconoscere le più diffuse erbe spontanee presenti in Sicilia e utilizzate a scopo alimentare. Il corso che si svolgerà il 17 e 18 dicembre prossimi al Centro Didattico Naturalistico Bosco Angimbè di Calatafimi Segesta è organizzato dalla Cooperativa Silene in collaborazione con l’Associazione Bosco Angimbè e il gruppo Facebook “Flora Spontanea Siciliana” e prevede attraverso un approccio scientifico, l’identificazione delle principiali piante alimurgiche presenti in Sicilia. Nel primo giorno di formazione dalle 9,30 alle 12,30 il docente Alfonso La Rosa, naturalista esperto botanico, terrà lezioni teoriche frontali e di laboratorio, nel secondo, invece, dalle 9 alle 13 è prevista l’escursione in campo, la…

Incontro dell’Accademia dei Georgofili sulle carni suine siciliane

L’Accademia dei Georgofili dedica un approfondimento alle carni suine siciliane. L’incontro organizzato dalla sezione Sud-Ovest della prestigiosa istituzione fondata a Firenze nel 1753 si terrà a Palermo il prossimo 14 novembre alle 16, presso l’Aula magna del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentarie Forestali dell’Università del capoluogo siciliano. Ad introdurre l’incontro intitolato “Le carni suine in Sicilia: percorsi di tradizione e innovazione”, Baldassare Portolano, ordinario di zootecnica generale e miglioramento genetico dell’Università degli Studi di Palermo Seguiranno gli interventi dell’accademico Guido Falgares che traccerà la storia e le tradizioni del maiale in Sicilia; Vincenzo Chiofalo, ordinario di nutrizione e alimentazione animale dell’Università degli Studi di Messina che tratterà della filiera delle carni suine siciliane dai campi alla tavola; Alessandro Giuffrida, ordinario di ispezione degli alimenti di…

Le riserve di Cantina Marilina si rifanno il look, cambiano nome ed etichetta

(di Redazione) Cantina Marilina, l’azienda vitivinicola che si trova tra Rosolini e Pachino e produce vini bio e vegani, cambia l’etichetta al Nero d’Avola Doc Eloro Pachino riserva, al bianco Grecanico Igp Terre Siciliane, all’aceto di Nero d’Avola e all’olio evo, le quattro etichette che rappresentano l’anima dell’azienda. La famiglia Paternò ha realizzato questa linea di vini non filtrati e non refrigerati, affinati in botte, imbottigliati e confezionati a mano in edizione limitata e numerata – solo mille bottiglie per tipologia – così come l’aceto e l’olio, con l’intento di trasmettere al consumatore l’amore che nutre per la propria terra e i propri prodotti. E per far questo ha deciso di assegnare ai quattro prodotti il nome di ciascun elemento della famiglia. Il Doc Eloro…

Dalle Cantine Pellegrino Malvasia e Zibibbo, i primi vini liquorosi bio italiani

vite

(di Redazione) Sicilia, terra di frontiera e di sperimentazioni ardite. Anche in materia di vini dove sul bio si sta concentrando grande attenzione. La scelta deriva dalla costante crescita della domanda di vini biologici che cresce di pari passo all’attenzione del consumatore, italiano e internazionale, verso i temi legati alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente. «Per assecondare questa tendenza – afferma Benedetto Renda, amministratore delegato delle Cantine Pellegrino – è nata l’idea di creare i primi vini liquorosi a marchio bio del mercato proseguendo quel percorso di valorizzazione e tutela del terroir siciliano, di cui la nostra famiglia è custode da oltre centotrent’anni». Le prime etichette bio per i vini liquorosi italiani appartengono a due prodotti delle Cantine Pellegrino. Malvasia e Zibibbo liquorosi bio sono due vini pronti…

Prodotti siciliani di qualità. Tre fiere internazionali a prezzi scontati

Fiere

(di Angela Sciortino) Tre importanti appuntamenti per i produttori siciliani. Tre fiere internazionali a cui sarà possibile partecipare a costi ridotti perché interviene la pubblica amministrazione (Assessorato Agricoltura in due appuntamenti, Istituto per il Commercio estero nel terzo). La prima scadenza si presenta per Fruit Logistica di Berlino che si svolgerà dal 7 al 9 febbraio 2018 ed è considerata l’evento top per il mercato internazionale dell’ortofrutta. La manifestazione d’interesse per la partecipazione alla fiera tedesca deve essere presentata entro il 7 novembre. Le aziende selezionate e ammesse a partecipare nell’area riservata alla Regione Sicilia dovranno pagare una quota di partecipazione di mille euro e sostenere le spese di viaggio e permanenza del o dei rappresentanti (obbligatorio almeno uno per azienda) e il trasporto della merce…

Gustoso, undici aziende agroalimentari in rete affrontano il mercato Usa

Gustoso

(di Angela Sciortino) Il nome è azzeccato, almeno in italiano. Chissà se “Gustoso” sarà compreso anche negli Usa. E soprattutto chissà se sarà compreso che dietro a quel nome ci sono undici aziende agroalimentari siciliane che hanno deciso di mettersi in rete per condividere un percorso che difficilmente avrebbero potuto intraprendere da sole: la sfida del ricco, ma anche molto competitivo, mercato statunitense. Dove gli italiani (e i siciliani) di seconda generazione sono tantissimi. E dove anche quelli di prima generazione stanno tornando ad aumentare. Questi ultimi, cervelli in fuga alla ricerca di lavoro qualificato che facilmente trovano e per cui sono pure ben pagati, possono e sono disposti a spendere per mangiare genuino, sano e siciliano. Della rete d’impresa “Gustoso” ideata da Daniele Cipollina,…

Viaggio nelle filiere siciliane tra ambizioni, rilancio e voglia di cambiamento

filiera-bovina

(di Giuseppe Bianca) Un viaggio nelle dieci filiere agroalimentari siciliane più importanti e di rilievo per sviluppare, attraverso l’analisi, il potenziamento di un ambizioso progetto di rilancio che non deve solo lambire l’universo produttivo, ma affiancare solidi risultati da consolidare nel settore dell’agricoltura siciliana. Il valore complessivo della produzione agricola in Sicilia nell’anno 2015 è stato di 4 miliardi e 685 milioni di euro con elevati standard per quanto riguarda le produzioni biologiche ed integrate. Il Consorzio di ricerca Coreras in un volume a cura di Gianfranco Badami, Maurilio Caracci e Dario Costanzo articola così una stesura d’insieme, ma anche di dettaglio, degli aspetti relativi alle filiere vitivinicole, olivicola e olearia, agrumicola, cerealicola, orticola, della frutta fresca, delle carni rosse e ovicaprina. Sono quasi 70…

Il suino nero dei Nebrodi riammesso tra i presidi di Slow Food

(di Redazione) Il suino nero dei Nebrodi è stato riammesso tra i Presidi di Slow Food. «La notizia ripresa dalle dichiarazioni del referente regionale di Slow Food, rappresenta una nuova partenza per rilanciare e valorizzare ancor più il suino nero dei Nebrodi che rappresenta per Mirto una delle attività economiche più importanti, ma soprattutto ricrea serenità tra le aziende agricole del territorio», ha dichiarato Maurizio Zingales, il sindaco di Mirto nel riprendere la nota del vice presidente regionale di Slow Food, Francesco Sottile, durante la manifestazione “Cheese” svoltasi nei giorni scorsi a Bra in Piemonte. Il Presidio era stato sospeso in via cautelare alla fine del 2016 quando si diffuse la notizia degli arresti e delle indagini sul giro di carni macellate clandestinamente sui Nebrodi. Adesso però torna a…

1 35 36 37 38 39

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.