Privacy Policy
Home / Archivio per Categoria “Agroalimentare” (Page 3)

Archivi

Intesa in CSR su provvedimenti a sostegno del settore vitivinicolo e olivicolo e dei prodotti DOP e IGP

stata raggiunta l’intesa in Conferenza Stato-Regioni su importanti provvedimenti fortemente voluti dal Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Stefano Patuanelli e destinati al sostegno e allo sviluppo delle filiere agricole, con il via libera a una serie di modifiche relative al Piano straordinario per la rigenerazione olivicola della Puglia e alle modalità per l’assegnazione dei contributi a favore dei produttori di vino DOP, IGP e biologico. In dettaglio, sono state apportate importanti modifiche al Piano straordinario per la rigenerazione olivicola della Puglia che puntano ad ampliare il raggio di azione per il contrasto dei vettori della Xylella fastidiosa e a includere negli indennizzi anche le operazioni di distruzione delle piante. È stato inoltre dato il via libera allo schema di decreto, di concerto con il Ministero del Turismo, relativo…

Carlo Piccinini è il nuovo presidente di Fedagripesca

È Carlo Piccinini il nuovo presidente di Confcooperative FedAgriPesca. Quarantanove anni, modenese, laurea in Economia e Commercio, vice presidente della cantina sociale di Carpi Sorbara, Piccinini è stato alla guida di Fedagripesca Emilia Romagna dal 2014 al 2022 ed è attuale presidente di Confcooperative Modena. L’elezione è arrivata nel corso dell’Assemblea nazionale svoltasi oggi a Roma alla presenza di oltre 300 delegati. Piccinini subentra al Presidente uscente Giorgio Mercuri, che è rimasto in carica due mandati. “Sono onorato di assumere questo incarico che mi appresto a rivestire con grande determinazione e senso di responsabilità” ha dichiarato il presidente neoeletto.  “Raccolgo in eredità da Mercuri, che ringrazio per il grande lavoro svolto, una federazione in salute. Oggi però le nostre imprese vivono un momento di grande difficoltà, dovuto all’aumento…

Grano, Cia: “No a speculazioni a ridosso raccolto. Rischio crollo semine in autunno”

pasta

Gli agricoltori reclamano il giusto prezzo per il raccolto di grano coltivato in questi mesi a costi esorbitanti, con stime del +40% sulla mietitura per il rincaro del gasolio agricolo (+100% su 2021), che galoppa dopo l’annuncio dell’embargo sul petrolio russo. Con l’inizio delle operazioni di raccolta, Cia-Agricoltori Italiani nutre timori di speculazioni finanziarie sul nostro mercato, in concomitanza dell’auspicato sblocco delle navi ucraine cariche di frumento da Odessa. Per le aziende che non riusciranno a coprire i costi di produzione sarà difficile seminare nuovamente grano in autunno, col risultato di una maggiore dipendenza di materie prime agricole dall’estero. Un accordo russo-ucraino non diventi, dunque, l’alibi perfetto per gli interessi dei trader, che spingono al ribasso del prezzo proprio nell’imminenza della raccolta. A tutto svantaggio degli agricoltori italiani, che già soffrono uno…

GAL Madonie: 329 le imprese del territorio che hanno partecipato al bando “BonusSicilia”

Si è chiuso ieri il portale istituzionale per la presentazione delle richieste riguardanti il Bonus Sicilia CLLD. Le imprese ricadenti nei 13 comuni eleggibili del GAL ISC Madonie che hanno presentato richiesta di contributo sono state 329. Nell’ipotesi in cui i controlli daranno esito positivo su tutte le richieste, considerato che la somma messa a disposizione per le imprese afferenti al GAL Madonie è di 945 mila euro, l’aiuto che sarà assegnato a fondo perduto ad ognuno dei partecipanti al bando sarà di 2872,34. Il bando, “BonusSicilia CLLD” del PO FESR Sicilia 2014/2020 vede coinvolti 17 GAL siciliani (tra i quali il GAL Madonie) che hanno rimodulato la propria Strategia di Sviluppo Locale, mettendo a disposizione le somme che facevano parte della misura 3.3.4 del…

Svuotamento Diga Trinità, Pugliesi (Cia): “basta sprechi, serve programmazione e buona gestione delle acque”

Ancora una volta, alle porte della stagione secca e più produttiva, assistiamo all’ennesimo spreco di una risorsa preziosa come l’acqua. E a pagarne le conseguenze saranno, come sempre, gli agricoltori che devono fronteggiare gli scarsi rifornimenti idrici da parte dei Consorzi di bonifica nel periodo in cui c’è il maggiore bisogno di irrigazione. Ci arrivano segnalazioni un po’ da tutte le zone servite da dighe, tante arrivano dai terreni serviti dalla Trinità di Castelvetrano che nelle ultime settimane è stata svuotata, in parte, immaginiamo per rispettare vincoli di sicurezza. Il problema non sono i vincoli, ci sono da tanti anni, il problema è la mancanza di manutenzione e di programmazione, è una questione che investe in pieno la politica e i criteri di gestione delle…

Ucraina, Cia: “Sbloccare grano nei porti per evitare colossale crisi alimentare”

grano-duro-bio-deroga

Per scongiurare una colossale crisi alimentare, bisogna sbloccare subito il grano fermo nei porti ucraini. Non ci si può permettere una “guerra del pane” globale, che avrebbe ulteriori effetti destabilizzanti per tutti sia a livello geopolitico che economico. Così Cia-Agricoltori Italiani, in merito ai piani messi in campo per liberare circa 25 milioni di tonnellate di grano di Kiev, stoccato nei silos e ora anche a rischio marcimento per via del caldo eccezionale.             Bisogna evitare ogni nuova escalation e fare di tutto per raggiungere al più presto un accordo che porti alla ripresa dell’export di grano bloccato nei porti del Mar Nero e destinato soprattutto ai Paesi dell’Africa, che sono quasi totalmente dipendenti da queste risorse -osserva Cia-. In diverse aree del continente africano le…

Il grande caldo fa volare i consumi di gelato

Il grande caldo fa volare i consumi di gelato con coni e coppette in soccorso di italiani e stranieri lungo tutto lo Stivale attraversato dalla prima ondata di calore estiva con il bollino rosso in molte città. E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che ad aumentare sono purtroppo anche i prezzi, con un incremento dell’11,2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno sulla base degli ultimi dati Istat. Un potente alleato per combattere l’afa in città e in spiaggia sul quale  pesa pero’ – sottolinea la Coldiretti – il balzo dei costi per l’energia e le materie prime usate nelle preparazioni, dal latte (+6%) allo zucchero (+8%) fino alle uova (+12%) anche a causa delle tensioni internazionali legate alla guerra in Ucraina. Un cambiamento…

Ucraina, Coldiretti: +22,8% prezzi cibo spinge carestia e inflazione

Il balzo delle quotazioni delle materie prime alimentari a livello mondiale che sono aumentate del 22,8% nell’ultimo anno causa gravi carestie e fame nei paesi poveri e inflazione e aumento dell’indigenza alimentare in quelli ricchi. E’ quanto afferma la Coldiretti sulla base dell’indice Fao che a maggio 2022 ha raggiunto il valore di 157,4, in calo dello 0,6% rispetto al mese precedente. A tirare la volata – sottolinea la Coldiretti – sono i prezzi internazionali dei cereali cresciuti del 29,7% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, mentre i lattiero caseari salgono del 16,9%, lo zucchero aumenta di oltre il 12,6%, la carne del 13,6% ed i grassi vegetali sono balzati addirittura del 31% rispetto all’anno scorso anche per il crollo delle spedizioni di semi di…

UE, Confagricoltura: “Bene determinazione per far ripartire export da Ucraina. Importante richiamo al ruolo PAC”

“E’ di grande importanza la determinazione ribadita dai capi di Stato e di governo dell’UE di far ripartire le esportazioni agroalimentari dell’Ucraina ed evitare il diffondersi di una crisi alimentare già in atto in alcuni Paesi africani. Attualmente, circa 22 milioni di tonnellate di grano sono bloccate nei porti del Mar Nero”. E’ quanto afferma il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, sulle conclusioni del Consiglio Europeo straordinario, oggi a Bruxelles. “Il tempo a disposizione non è molto – aggiunge – Poco più di due mesi per liberare i silos e consentire lo stoccaggio dei nuovi raccolti”. Confagricoltura ricorda che nel 2021 le esportazioni agroalimentari dell’Ucraina sono ammontate a circa 24 miliardi di euro. Cereali e semi oleosi hanno inciso per l’84% sul totale. “L’auspicio è…

Ocse: l’inflazione alimentare sale al 7,1% in Italia

pane pasta grano siciliano

In Italia i prezzi degli alimentari sono cresciuti in media del 7,1% per effetto di aumenti generalizzati di tutti i prodotti a partire dagli oli alimentari di semi (+70,2%) al burro (+22,6%) fino alla pasta (+16,6%). E quanto emerge dall’analisi Coldiretti su dati Istat a maggio a commento dell’ analisi Ocse sulla aumento dell’ inflazione. Se i prezzi per le famiglie corrono l’aumento dei costi colpisce duramente – precisa la Coldiretti – l’intera filiera agroalimentare a partire dalle campagne dove – continua la Coldiretti –  più di 1 azienda agricola su 10 (11%) è in una situazione così critica da portare alla cessazione dell’attività ma ben circa 1/3 del totale nazionale (30%) si trova comunque costretta in questo momento a lavorare in una condizione di…

1 2 3 4 5 78

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.