Privacy Policy
Home / Archivio per Categoria “Agroalimentare” (Page 23)

Archivi

Su Nero d’Avola e Grillo a Doc o Igt, guerra a suon di carte bollate

(di Angela Sciortino) Il ricorso è stato rigettato, secondo l’associazione “Igt Terre Siciliane”. Ma per la Duca di Salaparuta Spa, ricorrente, è vero esattamente il contrario: è stato accolto. Il Tar del Lazio ha sospeso il decreto del Ministero delle Politiche Agricole con il quale era stato vietato, per i vini Igt della vendemmia 2017 che contenessero almeno 85% di Nero d’Avola o di Grillo, rispettivamente la dicitura “Nero d’Avola – Terre Siciliane Igt” e “Grillo – Terre Siciliane Igt”. Una sospensione temporanea per la verità e decisamente “ad personam” perchè sarebbe valida solo per la ricorrente, la Duca di Salaparuta Spa, per l’appunto Ad essa è consentito, ancora e soltanto per la campagna vendemmiale in corso, l’indicazione in etichetta della Igt dei vitigni Grillo…

[Video] Sicily Food, l’azienda che esporta pesce affumicato in 60 Paesi. Intervista a Salvatore Mancuso

(di Matteo Scirè) Dalla produzione di gelato a quella di pesce affumicato in pochi anni Sicily Food, l’azienda di Aragona, in provincia di Agrigento, è diventata un’eccellenza nel settore agroalimentare. Una realtà capace di produrre prodotti di alta qualità e di esportarli in ben 60 Paesi, soprattutto in quelli nordeuropei, negli Stati Uniti ed in Inghilterra. Oggi l’azienda, guidata dall’imprenditore Salvatore Mancuso, dà lavoro a circa 100 dipendenti.

Agribond per finanziare l’agricoltura: 50 milioni per la Sicilia

(di Angela Sciortino) 50 milioni di euro per gli investimenti in agricoltura in Sicilia e destinati allo sviluppo delle micro, piccole e medie imprese agricole siciliane. E’ questa la “dote” di un protocollo d’intesa firmato oggi da Salvatore Malandrino, Regional Manager Sicilia di UniCredit e Antonello Cracolici, assessore regionale all’Agricoltura. Si tratta di una consistente fetta (pari a un sesto) di un plafond nazionale di 300 milioni di euro dei cosiddetti Agribond 2 (gli Agribond 1 erano già stati emessi alcuni anni fa) che saranno collocati sul mercato finanziario e saranno coperti all’80 per cento da garanzia di portafoglio rilasciata da Ismea (l’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo controllato dal Ministero per le politiche agricole e agrolimentari). «L’agroalimentare – afferma Salvatore Malandrino, Regional Manager…

Grano duro e pasta, da oggi l’etichetta di origine è obbligatoria

(di Lisa Sanfilippo) Buone notizie per tutti i produttori e consumatori italiani di pasta: è stato firmato oggi  dai ministri Maurizio Martina e Carlo Calenda il decreto sull’obbligo di indicazione in etichetta dell’origine del grano per la pasta. La nuova disposizione prevede la sperimentazione per due anni del sistema di etichettatura, secondo la norma già in vigore per i prodotti lattiero caseari. L’Italia dunque, con questo decreto e con quello analogo firmato sempre oggi sull’origine in etichetta del riso, si pone all’avanguardia in Europa con misure concrete ed importanti nell’ambito della trasparenza e della salvaguardia. «L’obbligo di mettere in etichetta l’origine del grano e del riso nei prodotti commercializzati  – ha detto l’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici – è una grande conquista che consentirà la scelta dei consumatori…

La guerra del “Grillo”: la Doc Sicilia protegge o penalizza questo vino?

(di Lisa Sanfilippo) Il Consorzio di Tutela vini Doc Sicilia ha confermato in questi giorni, con dati alla mano, la crescita dei vini Doc Sicilia il cui imbottigliato sfiora il traguardo di 3o milioni di pezzi. Nel periodo preso in esame che va da gennaio a giugno la crescita è stata trainata in particolare dal “Grillo” . «Il Grillo Sicilia Doc ha superato i 2 milioni di bottiglie: nei primi sei mesi dell’anno scorso la produzione è stata di 1,3 milioni di bottiglie» precisa Maurizio Lunetta, direttore del Consorzio di Tutela della Doc Sicilia. E continua: «Più stabili i numeri dell’imbottigliamento del Nero D’Avola che, comunque, vede un incremento di 200 mila bottiglie raggiungendo nei primi sei mesi dell’anno 3,9 milioni di bottiglie». Una crescita, salutata con favore…

Blue Sea Land, al via i preparativi per la sesta edizione

(di Redazione) Inizia il conto alla rovescia per la VI edizione di Blue Sea Land, l’Expo dei Cluster produttivi dei Paesi del Mediterraneo, dell’Africa e del Medioriente che si svolgerà a Mazara del Vallo dal 28 settembre al 1 ottobre. Sono numerose le aziende agro-ittico-alimentari italiane, e tra queste molte siciliane, che hanno confermato la loro presenza all’interno dello villaggio espositivo che anche quest’anno verrà allestito lungo il dedalo di vicoli del centro storico di Mazara del Vallo, la cosiddetta casbah che da centinaia di anni è simbolo dell’incontro di popoli e culture. I visitatori provenienti da tutte le parti del mondo potranno conoscere i prodotti e le pietanze tipiche,  gustare le eccellenze, dai prodotti ittici, ai migliori vini e prodotti della terra di Sicilia e non solo. …

I siciliani consumano pochi formaggi dell’Isola

Nel corso del Nebrodi Cheese Festival, è stato presentato il risultato dell’indagine universitaria “Putie:  i prodotti caseari nei punti vendita della Sicilia”. Lo studio condotto dall’Università di Catania su 518 punti vendita (20% del totale) distribuiti in 157 comuni della Sicilia (40% del totale), ha messo in luce che i siciliani mangiano pochi formaggi prodotti nell’Isola. I più diffusi nei punti vendita, supermercati e negozi alimentari, sono il Grana Padano Dop, il Parmigiano Reggiano Dop, la pasta filata tipo Galbanino, la Ricotta fresca di pecora siciliana. I prodotti a marchio Dop più venduti sono Grana padano, Parmigiano, Asiago, Emmental, Taleggio. Solamente al sesto posto un siciliano: il Ragusano. Il prezzo medio dei prodotti lattiero caseari venduti in Sicilia è pari a 12,88 euro circa ed…

A Floresta il “Nebrodi cheese festival”

formaggio-della-sicilia

Il formaggio è il protagonista del “Nebrodi cheese festival: Emozioni globali-prodotti locali”, evento che si svolgerà domenica 9 e lunedì 10 luglio, a Floresta, in provincia di Messina. L’iniziativa è organizzata dall’Università di Catania, dal Comune di Floresta, dall’ATS Pro Nebrodi (a cui hanno aderito i comuni di Randazzo, Roccella Val Demone, Maniace, Castel Umberto, Castel di Lucio, Tortorici, Sinagra, Basicò, S. Teodoro), dal Consorzio del formaggio Provola dei Nebrodi, in collaborazione con Cronache di Gusto. “Nebrodi cheese festival”, che mira a valorizzare le produzioni di nicchia territoriali, si contraddistingue per la sua unicità: è la prima volta infatti che in Sicilia alcuni  produttori decidono di organizzarsi per selezionare i loro prodotti migliori, stagionarli in forma collettiva e sviluppare una strategia di distribuzione e marketing comune. «Siamo…

1 21 22 23

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.