Privacy Policy
Home / Archivio per Categoria “Agricoltura” (Page 42)

Archivi

Agrumi trasformati: dal Distretto la richiesta di nuovi interventi per valorizzarli

agrumi

(di Redazione) «La nuova campagna agrumicola è alle porte e non c’è tempo da perdere: prima del suo avvio sono necessari interventi legislativi per la valorizzazione del prodotto trasformato». Lo sostiene senza mezzi termini Federica Argentati, presidente del Distretto Agrumi di Sicilia, la struttura che promuove la valorizzazione dei prodotti agrumicoli siciliani freschi e trasformati e il cui Patto di Sviluppo è stato sottoscritto da numerose aziende ed enti della filiera. «Il Distretto e i suoi attori  sostengono da tempo che la trasformazione industriale – spiega Argentati –  non deve essere considerata come semplice canale di “sbocco” delle produzioni in eccesso: anch’essa è un veicolo di commercializzazione di una quota di prodotto di qualità». E aggiunge: «Nel mercato globale, un servizio di trasformazione specializzato può dare…

Viticoltura. In Sicilia vendemmia del Pinot grigio anticipata al 22 luglio

(di Redazione) I primi effetti del caldo e di un’estate arrivata troppo presto non si sono fatti attendere: le uve da vino maturano prima del previsto e così l’Assessore regionale al’Agricoltura ha deciso di dare il via libera alla vendemmia del Pinot grigio anticipandola al 22 luglio, invece che dal primo agosto, come previsto dalla normativa nazionale. «Ho assunto la decisione di sottoscrivere questo provvedimento – afferma l’assessore regionale all’Agricoltura, Antonello Cracolici – per venire in contro alle richieste avanzate dalle organizzazioni di categoria dei produttori agricoli e dei vitivinicoltori». Così facendo si permette alle aziende di effettuare la vendemmia nel momento in cui le uve raggiungono l’ottimale gradazione zuccherina e soprattutto il necessario grado di acidità. «Pur  nel rispetto del principio di leale collaborazione tra lo Stato e…

Grano duro e pasta, da oggi l’etichetta di origine è obbligatoria

(di Lisa Sanfilippo) Buone notizie per tutti i produttori e consumatori italiani di pasta: è stato firmato oggi  dai ministri Maurizio Martina e Carlo Calenda il decreto sull’obbligo di indicazione in etichetta dell’origine del grano per la pasta. La nuova disposizione prevede la sperimentazione per due anni del sistema di etichettatura, secondo la norma già in vigore per i prodotti lattiero caseari. L’Italia dunque, con questo decreto e con quello analogo firmato sempre oggi sull’origine in etichetta del riso, si pone all’avanguardia in Europa con misure concrete ed importanti nell’ambito della trasparenza e della salvaguardia. «L’obbligo di mettere in etichetta l’origine del grano e del riso nei prodotti commercializzati  – ha detto l’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici – è una grande conquista che consentirà la scelta dei consumatori…

Wineplain, il nuovo portale dedicato ai winelovers e agli enoturisti

wineplain

(di Redazione) Un tour per cantine e vigneti? Una strada del vino? Un pranzo gourmet all’ombra di una vigna? Trovarli non sarà più un problema. Dedicato agli enoturisti e ai winelovers è arrivato Wineplan, il nuovo portale specializzato nell’enoturismo. È la prima piattaforma online che offre alle aziende vitivinicole la possibilità di vendere tour in cantina ad enoturisti provenienti da ogni parte del mondo. Ma non solo. Il portale consentirà a ciascuna azienda di avere una vetrina in più, personalizzabile, che potrà essere utilizzata non solo per raccontare la propria storia, promuovendo la qualità del vino e le eccellenze del territorio, ma anche per proporre le proprie offerte enogastronomiche e disporre gratuitamente di uno strumento online per l’offerta e la gestione delle prenotazioni. Il progetto…

Agricoltura tra tradizione ed innovazione, l’intervista a Pippo Ricciardo [Video]

Per preservare la qualità dei prodotti caratteristici della nostra terra, è possibile, nella loro lavorazione e produzione, mantenere la tradizione, utilizzando le nuove tecnologie? L’abbiamo chiesto a Pippo Ricciardo dell’Ispettorato dell’Agricoltura di Sant’Agata di Militello, durante il primo congresso della Fas (Federazione Agricoltori Siciliani).  

Zaffuto: “Il prodotto di qualità racchiude le tradizioni della nostra terra” [VIDEO]

Quando si parla della qualità dei nostri prodotti non bisogna generalizzare, ma è necessario considerare diversi parametri. Ecco perché, durante il primo congresso della Fas (Federazione Agricoltori Siciliani), che si è svolto a Villa Piccolo, a pochi chilometri da Capo D’Orlando, abbiamo chiesto a Giuseppe Zaffuto, agronomo e assessore all’Agricoltura del Comune di Villalba, di illustrarci quali sono gli aspetti da valutare per la qualità dei nostri prodotti. Il rapporto tra l’uomo e la terra, i benefici legati alla salute, l’appetibilità: sono alcuni degli argomenti messi in luce. Sui Presidi Slow Food non è mancata poi qualche puntualizzazione: «Il prodotto di qualità racchiude le tradizioni della nostra terra e queste – ha detto Zaffuto – le conoscono bene solo gli agricoltori siciliani. La certificazione Slow Food…

Il moscerino che insidia le ciliegie dell’Etna si chiama Drosophila suzukii

Sos ciliegie in difficoltà: è stata accertata la diffusione del “moscerino dei piccoli frutti” (Drosophila suzukii) dal comprensorio di Mascali, in provincia di Catania. In passato, nel 2009, questo piccolo insetto, attratto da sostanze zuccherine, è stato segnalato in Italia su lampone e su altri piccoli frutti. Attacca prevalentemente specie frutticole con frutti a polpa morbida e dall’epidermide sottile come ciliegio, albicocco, uva.  La femmina di questa specie, appartenente dunque al genere Drosophila, presenta un ovopositore seghettato in grado di lacerare l’epidermide del frutto sulla pianta e deporre le uova nella polpa. Il frutto danneggiato è destinato successivamente a diventare marcio. Questo insetto, inoltre, compie sino a tredici generazioni annuali e la sua velocità di diffusione lo rende particolarmente insidioso.

Analisi e monitoraggio del grano duro: la Sicilia si conferma terra d’eccellenza

grano-duro

La Sicilia si conferma ancora una volta terra di prestigio per la qualità dei suoi prodotti: il Consorzio di Ricerca Gian Pietro Ballatore, infatti, ha diffuso lo scorso 27 giugno i dati sulle prime analisi effettuate dalla rete di monitoraggio del grano duro in Sicilia, in particolare premiando, per la percentuale di proteine (12,17%), quello prodotto nelle campagne dell’Ennese. Le analisi fanno riferimento a 1718 rilievi, per un totale di 242.873 quintali di grano duro analizzati, relativi a solo sei centri di stoccaggio aderenti alla rete (su un totale di 27), dislocati nelle 9 provincie, che sono dotati di tutti quei sistemi per l’analisi veloce, mediante spettroscopia Nir, validati e calibrati in collaborazione con il Crea-Qce di Roma. Le altre analisi, invece, si riferiscono al…

Investire nell’agricoltura di precisione? I giovani disponibili a farlo entro 1-2 anni

(di Redazione) Giovani ed agricoltura un binomio che al giorno d’oggi sembra essere sempre più diffuso, a patto però che si lavori nel settore agricolo investendo in mezzi e tecnologie di precisione. È quanto emerge da un sondaggio realizzato nei giorni scorsi da Fieragricola di Verona, la manifestazione internazionale sull’agricoltura in programma dal 31 gennaio al 3 febbraio 2018.L’analisi ha coinvolto 700 fra agricoltori (64,2%), contoterzisti (7,14%), allevatori e operatori del settore primario (28,57%), con aziende collocate principalmente nel Nord-Est (55%), nel Nord-Ovest (28%) e nelle Isole (10%). A rispondere al sondaggio online di Fieragricola sono stati per oltre due terzi giovani con meno di 40 anni, percentuale che sale al 92% se si comprende anche la fascia di età compresa fra i 40 e…

Consorzio di tutela Igp Uva di Canicattì, Lodico è il nuovo presidente

Agrigento – Un nuovo presidente alla guida del Consorzio di tutela dell’uva da tavola Italia Igp di Canicattì. É Salvatore Lodico, produttore e confezionatore nella società cooperativa “Insieme”, che subentra a Vincenzo Di Piazza. Il Consorzio di tutela, una sessantina di soci e un’area di produzione che comprende venticinque comuni, mira con il nuovo presidente a mettere in campo tutta una serie di strategie per ampliare il numero degli iscritti e cercare, in particolare, di coinvolgere nella conduzione della aziende agricole i giovani. «Ecco perché se da una parte verrà rafforzata la promozione del prodotto, dall’altra – ha spiegato Lodico – si cercherà di incrementare la ricerca dei fondi pubblici, in modo da offrire ai soci maggiori opportunità». Tra i punti in programma della nuova…

1 40 41 42 43

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.