Privacy Policy
Home / Archivio per Categoria “Agricoltura” (Page 28)

Archivi

Wineplain, il nuovo portale dedicato ai winelovers e agli enoturisti

wineplain

(di Redazione) Un tour per cantine e vigneti? Una strada del vino? Un pranzo gourmet all’ombra di una vigna? Trovarli non sarà più un problema. Dedicato agli enoturisti e ai winelovers è arrivato Wineplan, il nuovo portale specializzato nell’enoturismo. È la prima piattaforma online che offre alle aziende vitivinicole la possibilità di vendere tour in cantina ad enoturisti provenienti da ogni parte del mondo. Ma non solo. Il portale consentirà a ciascuna azienda di avere una vetrina in più, personalizzabile, che potrà essere utilizzata non solo per raccontare la propria storia, promuovendo la qualità del vino e le eccellenze del territorio, ma anche per proporre le proprie offerte enogastronomiche e disporre gratuitamente di uno strumento online per l’offerta e la gestione delle prenotazioni. Il progetto…

Agricoltura tra tradizione ed innovazione, l’intervista a Pippo Ricciardo [Video]

Per preservare la qualità dei prodotti caratteristici della nostra terra, è possibile, nella loro lavorazione e produzione, mantenere la tradizione, utilizzando le nuove tecnologie? L’abbiamo chiesto a Pippo Ricciardo dell’Ispettorato dell’Agricoltura di Sant’Agata di Militello, durante il primo congresso della Fas (Federazione Agricoltori Siciliani).  

Zaffuto: “Il prodotto di qualità racchiude le tradizioni della nostra terra” [VIDEO]

Quando si parla della qualità dei nostri prodotti non bisogna generalizzare, ma è necessario considerare diversi parametri. Ecco perché, durante il primo congresso della Fas (Federazione Agricoltori Siciliani), che si è svolto a Villa Piccolo, a pochi chilometri da Capo D’Orlando, abbiamo chiesto a Giuseppe Zaffuto, agronomo e assessore all’Agricoltura del Comune di Villalba, di illustrarci quali sono gli aspetti da valutare per la qualità dei nostri prodotti. Il rapporto tra l’uomo e la terra, i benefici legati alla salute, l’appetibilità: sono alcuni degli argomenti messi in luce. Sui Presidi Slow Food non è mancata poi qualche puntualizzazione: «Il prodotto di qualità racchiude le tradizioni della nostra terra e queste – ha detto Zaffuto – le conoscono bene solo gli agricoltori siciliani. La certificazione Slow Food…

Il moscerino che insidia le ciliegie dell’Etna si chiama Drosophila suzukii

Sos ciliegie in difficoltà: è stata accertata la diffusione del “moscerino dei piccoli frutti” (Drosophila suzukii) dal comprensorio di Mascali, in provincia di Catania. In passato, nel 2009, questo piccolo insetto, attratto da sostanze zuccherine, è stato segnalato in Italia su lampone e su altri piccoli frutti. Attacca prevalentemente specie frutticole con frutti a polpa morbida e dall’epidermide sottile come ciliegio, albicocco, uva.  La femmina di questa specie, appartenente dunque al genere Drosophila, presenta un ovopositore seghettato in grado di lacerare l’epidermide del frutto sulla pianta e deporre le uova nella polpa. Il frutto danneggiato è destinato successivamente a diventare marcio. Questo insetto, inoltre, compie sino a tredici generazioni annuali e la sua velocità di diffusione lo rende particolarmente insidioso.

Analisi e monitoraggio del grano duro: la Sicilia si conferma terra d’eccellenza

grano-duro

La Sicilia si conferma ancora una volta terra di prestigio per la qualità dei suoi prodotti: il Consorzio di Ricerca Gian Pietro Ballatore, infatti, ha diffuso lo scorso 27 giugno i dati sulle prime analisi effettuate dalla rete di monitoraggio del grano duro in Sicilia, in particolare premiando, per la percentuale di proteine (12,17%), quello prodotto nelle campagne dell’Ennese. Le analisi fanno riferimento a 1718 rilievi, per un totale di 242.873 quintali di grano duro analizzati, relativi a solo sei centri di stoccaggio aderenti alla rete (su un totale di 27), dislocati nelle 9 provincie, che sono dotati di tutti quei sistemi per l’analisi veloce, mediante spettroscopia Nir, validati e calibrati in collaborazione con il Crea-Qce di Roma. Le altre analisi, invece, si riferiscono al…

Investire nell’agricoltura di precisione? I giovani disponibili a farlo entro 1-2 anni

(di Redazione) Giovani ed agricoltura un binomio che al giorno d’oggi sembra essere sempre più diffuso, a patto però che si lavori nel settore agricolo investendo in mezzi e tecnologie di precisione. È quanto emerge da un sondaggio realizzato nei giorni scorsi da Fieragricola di Verona, la manifestazione internazionale sull’agricoltura in programma dal 31 gennaio al 3 febbraio 2018.L’analisi ha coinvolto 700 fra agricoltori (64,2%), contoterzisti (7,14%), allevatori e operatori del settore primario (28,57%), con aziende collocate principalmente nel Nord-Est (55%), nel Nord-Ovest (28%) e nelle Isole (10%). A rispondere al sondaggio online di Fieragricola sono stati per oltre due terzi giovani con meno di 40 anni, percentuale che sale al 92% se si comprende anche la fascia di età compresa fra i 40 e…

Consorzio di tutela Igp Uva di Canicattì, Lodico è il nuovo presidente

Agrigento – Un nuovo presidente alla guida del Consorzio di tutela dell’uva da tavola Italia Igp di Canicattì. É Salvatore Lodico, produttore e confezionatore nella società cooperativa “Insieme”, che subentra a Vincenzo Di Piazza. Il Consorzio di tutela, una sessantina di soci e un’area di produzione che comprende venticinque comuni, mira con il nuovo presidente a mettere in campo tutta una serie di strategie per ampliare il numero degli iscritti e cercare, in particolare, di coinvolgere nella conduzione della aziende agricole i giovani. «Ecco perché se da una parte verrà rafforzata la promozione del prodotto, dall’altra – ha spiegato Lodico – si cercherà di incrementare la ricerca dei fondi pubblici, in modo da offrire ai soci maggiori opportunità». Tra i punti in programma della nuova…

Vitigni siciliani. Attilio Scienza: “Si apre una grande stagione di ricerca” [Video]

Grandi risultati nell’ambito della viticoltura siciliana: un punto di partenza nel migliorare e tutelare il patrimonio viticolo regionale è infatti  l’esito di una ricerca portata avanti  dall’assessorato Regionale Agricoltura e racchiusa nel volume “Identità e ricchezza del vigneto Sicilia”, che è stata presentato in questi giorni a Palermo. Lo studio, dalla durata di circa 10 anni, ha permesso di recuperare varietà storiche, individuando e analizzando il patrimonio genetico dei vitigni antichi e dei vitigni autoctoni siciliani. Nello specifico sono state individuate 70 varietà di vitigni antichi, 7 vitigni di interesse regionale, 13 di interesse locale, 12 tipologie minori e 12 cloni omologati. La ricerca ha ottenuto le basi scientifiche e i cloni necessari, per l’utilizzo di materiale vegetale, sano e certificato, che permetterà di incrementare la diffusione e la commercializzazione dei  vitigni autoctoni nel territorio regionale e…

1 26 27 28