Privacy Policy
Home / Agroalimentare / A Cefalù la prima volta di Vigen, rassegna dei vini da vitigni autoctoni siciliani

A Cefalù la prima volta di Vigen, rassegna dei vini da vitigni autoctoni siciliani

Vigen vitigni autoctoni

(di Redazione) Una nuova rassegna dedicata al vino. Per la prima volta in Sicilia, dal 22 al 24 marzo, a Cefalù debutta Vigen, la rassegna interamente dedicata ai vini da vitigni autoctoni siciliani.

La cittadina normanna, già protagonista di rilievo dell’arte, dell’accoglienza turistica e del gusto, diventerà anche una vetrina per le aziende vinicole siciliane che puntano alla valorizzazione della specificità vinicole territoriali. La tre giorni cefaludese sarà un percorso di conoscenza e scoperta di vini ottenuti dai vitigni indigeni dell’isola, esaltato dalla straordinaria location dell’evento e dalle bellezze paesaggistiche della cittadina madonita.

Vigen

Luigi Salvo

Vigen, organizzata dall’associazione Arcom (Artigiani, Commercianti e Ristoratori della città di Cefalù), si svolgerà nella prestigiosa cornice dell’ex Rettoria di San Domenico (concessa per l’occasione dalla Curia Vescovile di Cefalù): una struttura ricca di storia che si ricollega alle tradizioni del territorio siciliano che rendono preziosa la cultura e l’offerta enogastronomica della regione.

Vigen si presenta come una importante occasione per gli operatori di settore, sia del mondo della ristorazione, sia della distribuzione, per la stampa e per tutti i winelovers di conoscere attraverso i banchi di assaggio, tre masterclass dedicate ad alcuni vitigni autoctoni e le conferenze, le grandi potenzialità qualitative del vino siciliano.
In questa prima edizione i vini sotto i riflettori delle masterclass curate dal giornalista e sommelier Luigi Salvo saranno quelli ottenuti da i tre vitigni autoctoni più diffusi sul territorio siciliano, il Catarratto, il Grillo ed il Nero d’Avola.

Al momento (l’elenco è in continuo aggiornamento) le cantine partecipanti sono: Abbazia Santa Anastasia, Alcesti, Alessandro di Camporeale, Avide, Baglio Curatolo Arini, Cantine di Nessuno, Carlo Pellegrino, Caruso&Minini, Castellucci Miano, Coppola, Cva Canicattì, Daino, Di Bella Vini, Fondo Antico, I Vigneri di Salvo Foti, In Carrozza, Judeka, Manenti, Mortilla, Paolo Calì, Primaterra, Principi di Spatafora, Scamacca del Murgo, Tenute Paladini, Tornatore wine, Valle delle Ferle.

Programma

Venerdì 22 marzo

16.30 – 22.00 Apertura banchi degustazione
16.30 – 21.00 Degustazione cocktail con il vino a cura di Abi Professional (Associazione Barmen Italiani)
17.00 – 20.00 Finale regionale del Trofeo Enogastronomico “l’Arte del Flambè” a cura di Amira Cefalù/Madonie
19.00 – 20.30 Masterclass vini da vitigno Grillo, relatore Luigi Salvo (giornalista e delegato Ais Palermo)
19.30 – 20.30 Concerto di strumenti a fiato
19.30 Presentazione de “l’Itinerario Archeologico Cittadino” identificato e definito dall’archeologo Amedeo Tullio e a cura di ArcheoClub d’Italia – Sez. di Cefalù; Illustrazione della Cefalù archeologica e degli ultimi quarant’anni di scavi

Sabato 23

10,30 Conferenza “I grani duri siciliani, storia, antropologia, gastronomia” con l’Accademia Italiana della cucina
16,30 – 22,00 Apertura banchi degustazioni
16,30 – 21,00 Degustazione cocktail con il vino a cura di Abi Professional
17,00 – 18,30 Verticale Catarratto Shiarà Castellucci Miano, relatore Luigi Salvo (giornalista e delegato Ais Palermo)
19,00 – 20,00 Commedia del vino con l’opera dei pupi a cura dell’associazione culturale Roncisvalle.
20,00 -21,30 Masterclass vini da vitigno Nero d’Avola, relatore Luigi Salvo (giornalista e delegato Ais Palermo)
20,30 – 22,00  Performance teatrale “La vecchia dell’aceto” a cura della compagnia dell’aceto di Palermo, c/o il Teatro S.Cicero via Spinuzza

Domenica 24 

10,30 Dibattito con i produttori, operatori del settore e giornalisti
11,30 Consegna riconoscimenti ai partecipanti
12,00 Aperitivo a cura di Abi Professional e intrattenimento musicale con Claudio Terzo
16,30 -18,30 Aperitivo a cura di Abi Professional
18,30 Concerto di chiusura con il chitarrista Francesco Buzzurro

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.