Privacy Policy
Home / Agricoltura / RotOlio 2018, a Castelvetrano di scena la Nocellara del Belìce

RotOlio 2018, a Castelvetrano di scena la Nocellara del Belìce

Nocellara-del-Belìce

(di Redazione) Torna a Castelvetrano RotOLio, la due giorni di approfondimento dedicata alla Nocellara del Belìce, il prodotto principe del comprensorio selinuntino.

L’edizione 2018 di RotOlio organizzata dal Rotary club Castelvetrano Valle del Belice ha per titolo “Promozione e Valorizzazione della Nocellara del Belìce” e si svolgerà a Castelvetrano il 6 e 7 aprile prossimo presso i locali de “L’Arte del Gusto Villa Paola”.

RotOlio, giunto alla seconda edizione, mette al centro dell’attenzione la Nocellara del Belìce, cultivar autoctona che ha come culla d’origine l’omonima valle. Dalla Nocellara del Belìce si ottengono, come è noto, olive da mensa molto richieste dal mercato e un eccellente olio extravergine.  Questa varietà è l’unica in Europa a dare origine a due denominazioni di origine protetta (Dop): la “Dop Valle del Belìce” per l’olio e la “Dop Nocellara del Belìce” per l’oliva da mensa. Inoltre è inserita fra le varietà siciliane per la produzione dell’olio ad indicazione geografica protetta (Igp) Sicilia olio extravergine. «La scelta del titolo di questa edizione “Promozione e Valorizzazione della Nocellara del Belìce” – spiega Maria Rosa Barone, presidente del Rotary Club Castelvetrano Valle del Belìce – nasce dalla consapevolezza che, nonostante l’alta qualità dei prodotti e l’interesse per questa varietà di oliva, i mercati nazionali ed internazionali non sempre assicurano una adeguata remunerazione delle produzioni».

L’evento sarà momento di incontro e confronto tra professionalità del mondo scientifico, accademico, della cultura e degli attori della filiera produttiva per contribuire in sinergia e azioni propositive a valorizzare e promuovere prodotti ottenuti da questa pregiata cultivar. «La presenza di illustri relatori – continuano a spiegare i vertici del Rotary Club selinuntino – oltre ad approfondire argomenti scientifici, tecnici e di marketing, sarà anche occasione per sottolineare l’importanza rappresentata dalle risorse storiche, artistiche e culturali del territorio, per promuovere le nostre produzioni nel panorama delle eccellenze agroalimentari».

Inoltre, sarà un’opportunità per rimarcare l’importanza di un corretto stile di vita, basato sulla dieta mediterranea, per fornire informazioni sulle proprietà salutari e fare il punto sulle recenti acquisizioni scientifiche legate al consumo dell’olio extravergine d’oliva nell’alimentazione.

Ulteriore aspetto peculiare dell’evento di questo anno è il coinvolgimento degli studenti della Scuola Secondaria di I grado che hanno seguito un vero e proprio corso di degustazione, per acquisire le basilari nozioni di analisi sensoriale e chimica utili per la classificazione degli oli vergini. Questi incontri sono stati curati da tecnici dell’Agenzia delle Dogane e dell’Istituto Regionale Vini e Oli (Irvo), allo scopo di sensibilizzare fin da giovani i futuri consumatori in merito alle caratteristiche degli oli e orientarli all’interesse e alla divulgazione degli strumenti e delle tecniche per la loro valorizzazione.

Alla manifestazione, inoltre, sono abbinati due concorsi, uno rivolto agli studenti delle Scuole Secondarie di I grado ed uno promosso dall’Associazione Produttori Olivicoli (Asprol) dal titolo “Gli Oli delle Contrade”. L’ evento si svolge con il Patrocinio gratuito della Presidenza della Regione Siciliana dell’Irvo e dei Comuni di Castelvetrano, Campobello di Mazara, Partanna e Santa Ninfa.

Collaborano con il Rotary club di Castelvetrano: l’Istituto per la promozione e la valorizzazione della Dieta Mediterranea (Idimed), l’Agenzia delle Dogane di Palermo, la Rotta dei Fenici, Itinerario Internazionale del Consiglio d’Europa di Rotarian Gourmet, l’Unione italiana Fotoamatori (Uif) per questo evento ha allestito una mostra collettiva “Oli..vo”.

Per l’occasione è stata realizzata una bottiglia con etichetta RotOlio, frutto di un’attenta selezione di oli ottenuti da Nocellara del Belice e messi a disposizione da alcune aziende del luogo che servirà a promuovere l’olio di Nocellara del Belìce anche attraverso i club Rotary.