Privacy Policy
Home / Agricoltura / Quasi mille ettari di nuovi vigneti in Sicilia. Pubblicato l’elenco dei beneficiari

Quasi mille ettari di nuovi vigneti in Sicilia. Pubblicato l’elenco dei beneficiari

nuovi vigneti

(di Redazione) È stato pubblicato l’elenco di assegnazione dei nuovi vigneti per l’anno 2018. I beneficiari sono 2.329, distribuiti su tutto il territorio regionale, comprese le isole minori della Sicilia, per un totale di poco meno di mille ettari (989 per la precisione) da impiantare entro tre anni.

Soddisfatto l’assessore all’Agricoltura Edy Bandiera: «L’incremento della superficie vitivinicola regionale rappresenta un passo importante per l’ulteriore potenziamento del comparto, aspetto centrale a cui il governo Musumeci sta  lavorando e che ci ha visto impegnati come capofila presso il Ministero delle politiche Agricole e la Comunità Europea nella lotta contro l’emorragia di autorizzazioni verso altre regioni, attuata con meccanismi di elusione delle norme europee. Il Governo continuerà a difendere, nelle sedi istituzionali, la posizione assunta a tutela del patrimonio vitivinicolo regionale».

Nel frattempo, però, è ancora pendente il ricorso della Regione Veneto al Tar del Lazio contro l’ultimo decreto ministeriale che ha regolamentato i diritti di impianto dei vigneti e che di fatto ha congelato la possibilità di trasferirli da una regione all’altra. L’avere introdotto l’obbligo di un lasso temporale di sei anni dalla registrazione di un qualsiasi contratto di conduzione in affitto dei terreni perché da essi possa espiantarsi il vigneto per poi sfruttare il diritto al reimpianto in un’altra regione, di fatto scoraggia chi pensa di emulare comportamenti già tenuti in passato da altre aziende e che hanno portato al depauperamento del patrimonio viticolo siciliano. Qualcuno, anche tra i siciliani, però obietta che questo vincolo condanna alla morte i viticoltori che non ce la fanno a stare sul mercato e a svendere i propri diritti alle aziende siciliane già affermate e che intendono espandersi.