Privacy Policy
Home / Archivio per “Catania”Page 3

Archivi

Il Distretto Agrumi di Sicilia lancia il Social Farming 2.0

social-farming

(di Redazione) Una nuova edizione di corsi e seminari di formazione finalizzati all’inclusione sociale e ad accrescere le competenze degli operatori della filiera agrumicola, il potenziamento della piattaforma Agrorà per favorire l’incrocio tra domanda e offerta di lavoro, una call for ideas, “Agrorà Innovation”, per progetti d’impresa innovativi nella filiera agrumicola. E’ quanto prevede la versione 2.0 del progetto “Social Farming. Agricoltura Sociale per la filiera agrumicola siciliana“, promosso dal Distretto Agrumi di Sicilia e Alta Scuola Arces con il contributo non condizionato di The Coca-Cola Foundation, che sarà presentato domani, 30 gennaio, alle 10, durante un incontro che si svolgerà all’Auditorium della Città della Scienza dell’Università degli Studi di Catania. All’incontro sul Social Farming, moderato Martino Ragusa, consulente gastronomo di “Linea Verde”, Rai, parteciperanno Federica…

Contadini custodi della biodiversità dell’Etna con il progetto Sew

progetto-sew

(di Angela Sciortino) Parte giovedì 25 gennaio il percorso formativo per contadini custodi. A Milo, sull’Etna, nel locale di piazza Belvedere messo a disposizione dal Comune, dalle 15,30 alle 18,30 è in programma il primo dei cinque seminari previsti nell’ambito di Sew – Save the Etna world, il progetto della Rete Fattorie Sociali Sicilia, sostenuto da Fondazione con il Sud, e selezionato con il bando Ambiente 2015. Il progetto Sew è finalizzato al monitoraggio, alla protezione e all’educazione alla biodiversità dell’ambiente etneo. I cinque seminari previsti dal progetto, ciascuno della durata di tre ore, sono destinati alla formazione di venti “Contadini Custodi” della biodiversità del territorio del Parco dell’Etna. Durante il seminario introduttivo verranno presentate le principali tematiche inerenti la biodiversità etnea e le peculiarità…

A Palermo gli alberi monumentali più grandi della Sicilia. Ma Catania ne conta di più

(di Angela Sciortino) Non è il notissimo castagno dei cento cavalli di Sant’Alfio, l’albero più grande della Sicilia. La sua circonferenza è certamente considerevole (22 metri) ma non è da primato. I veri campioni si trovano a Palermo e sono due Ficus macrophylla (in italiano Fico magnolioide). Il più grande si trova all’interno di Villa Garibaldi a Piazza Marina e vanta un diametro di 36 metri, il secondo in ordine di grandezza (34 metri di diametro) si trova nel quartiere dello Zen al civico 710 di via Sandro Pertini. Quello di villa Garibaldi, alto 21 metri, è stato inserito nell’elenco degli alberi monumentali italiani non solo per età e dimensioni, ma anche per forma e portamento, valore ecologico, architettura vegetale, valore storico, culturale, religioso e…

Agrumi, grandi malati dell’agricoltura siciliana. Il Distretto incontra l’assessore

agrumi

(di Angela Sciortino) Siccità, Tristeza, mal secco e prezzi irrisori hanno messo in ginocchio il comprato agrumicolo siciliano. Il quadro a tinte fosche è stato esposto oggi all’assessore all’agricoltura Edy Bandiera durante l’incontro con una delegazione del Distretto Agrumi di Sicilia. All’assessore è stato anche proposto un piano di azioni da mettere immediatamente in cantiere e dal costo contenuto. «Ma – afferma Federica Argentati, presidente del Distretto Agrumi di Sicilia – a queste azioni bisogna affiancare il supporto di politiche strutturali di più lungo periodo per le quali occorre fare pressione a livello nazionale e comunitario. Non c’è tempo da perdere, bisogna muoversi in fretta». Le proposte sono tutte in un corposo documento in cui il Distretto mette in testa la necessità di «fare valere…

La Giunta regionale approva la declaratoria per le calamità dell’estate 2017

serre-danni-maltempo

(di Redazione) Su proposta dell’Assessore all’Agricoltura Edy Bandiera, la Giunta di Governo ha approvato la declaratoria per lo stato di calamità naturale dei danni causati da eccezionale siccità-calura nelle province siciliane di Caltanissetta, Agrigento, Siracusa, Ragusa,Trapani e Catania. Si tratta di danni causati da alte temperature, colpo di calore e siccità nei mesi di luglio e agosto 2017 che hanno provocato danni ingenti diversificati a seconda dei vari territori. Il prossimo atto che adesso si attende è il riconoscimento da parte del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali dei danno nei territori sopra indicati e la individuazione delle provvidenze da attivare caso per caso. Per l’Assessore all’Agricoltura Edy Bandiera: «L’auspicio è che in tempi rapidissimi il Ministero riconosca la calamità e assegni risorse adeguate…

Le prime arance rosse di Sicilia Igp sul mercato a partire dal 27 dicembre

arancia-rossa-Igp

(di Redazione) Presto sulle nostre tavole, sui banchi del mercato e sugli scaffali della grande distribuzione organizzata le Arance Rosse di Sicilia Igp. Il Consorzio di Tutela qualche giorno fa, ha infatti, stabilito le date di inizio della campagna di commercializzazione.Si inizia il 27 dicembre con il Moro; l’8 gennaio tocca al Tarocco e, infine, a partire dal 10 febbraio si potrà cominciare a vendere anche il Sanguinello. Ma attenzione, il consumatore che riconoscerà il prodotto Igp grazie al bollino che contiene tale indicazione, potrà trovare sul mercato, eccezionalmente, alcuni lotti di Arancia Rossa di Sicilia Igp in anticipo alle date indicate. Il Consorzio di Tutela, se il prodotto ha i corretti requisiti previsti dal disciplinare di produzione, può autorizzarne la commercializzazione: quest’anno, infatti, la…

Ancora siccità nella piana di Catania. Il Consorzio mette l’acqua nei canali

siccità

(di Redazione) Nonostante il prossimo arrivo dell’inverno, nella Piana di Catania continua l’emergenza siccità. Purtroppo continua a non piovere e ciò sta preoccupando molto gli agricoltori. L’allarme lanciato dalle organizzazioni agricole catanesi che ieri hanno incontrato il direttore del Consorzio di Bonifica, Fabio Bizzini, è stato accolto ed stata individuata una soluzione per tamponare l’emergenza: «Per alleviare la siccità persistente che sta creando enormi difficoltà alle imprese agricole – spiega Giosuè Catania, vicepresidente vicario della Cia – si è convenuto di immettere le acque di fluenza che altrimenti andrebbero a finire in mare, nei canali di distribuzione in modo da garantire fin dove è possibile, qualche irrigazione di soccorso». «Il Consorzio ha accolto la nostra richiesta – aggiunge Giovanni Pappalardo, presidente della Coldiretti etnea –…

Forestali, agricoli e agroalimentari in piazza a Catania con Flai-Cgil per riforma pensioni

Flai-Cgil

(di Luigi Noto) Pensioni, i conti non tornano, afferma lo slogan della manifestazione indetta dalla Flai-Cgil per domani 13 dicembre a Catania. I lavoratori agricoli, forestali, dell’agroindustria e pesca si concentreranno alle 9,30 in via Etnea all’altezza di Villa Bellini, seguirà il corteo fino a piazza Manganelli dove la segretaria generale Ivana Galli concluderà il comizio. I lavoratori agricoli, forestali, dell’agroindustria e pesca scenderanno in piazza affinché vengano riconosciuti diritti, dignità e il giusto valore del lavoro agroalimentare e chiedere la riforma del sistema pensionistico così da permettere a chi ha una vita lavorativa discontinua legata alla stagionalità e con retribuzioni basse, di avere la garanzia di una pensione dignitosa. La piattaforma della Flai-Cgil indica la strada: sistema di accesso flessibile alla pensione, a partire…

Due siciliane tra le mille più dinamiche imprese europee dell’agroalimentare

imprese

(di Redazione) Due imprese siciliane sono state inserite dal London Stock Exchange Group nella lista delle mille società per azioni europee più dinamiche del 2017, tra quelle non quotate in Borsa, per il settore Food & Drink. La Borsa di Londra ha premiato il valore e la capacità di innovazione di Flott, azienda ittica che opera nella frazione marinara di Aspra a Bagheria (Pa), e la Anastasi srl di Bronte (Ct), leader nel settore agroalimentare e in particolare del pistacchio, l’oro verde di Bronte. L’azienda bagherese è leader in Italia e all’estero per la trasformazione del pescato, la brontese utilizza tecnologie e sistemi di gestione della qualità tra i più moderni che ne fanno un’impresa leader nella commercializzazione e lavorazione del pistacchio. Le due imprese…

Biometano da sottoprodotti di colture mediterranee, il progetto di UniCt

massa-per-biometano

(di Angela Sciortino) Mille e trecento impianti agricoli, quattro miliardi di investimenti e oltre 10 mila occupati: sono questi nel Nord Italia i numeri del biometano che rappresenta la vera rivoluzione verde e un modello sostenibile di economia circolare. Un modello basato sul paradigma innovazione, qualità, tutela per l’ambiente, rispetto della tradizione, e capace di trasformare ogni scarto una risorsa. Numeri irriproducibili, al meno al momento in Sicilia dove, invece, gli impianti a biogas, il combustibile che si produce durante la fermentazione di materiale organico in assenza di ossigeno, sono solo tre. Nonostante il nostro territorio possa contare su biomasse uniche, tipiche delle zone mediterranee (pastazzo, sulla, siero, pollina, sansa) e nell’Isola ogni anno si producano 300 mila tonnellate di pastazzo di agrumi e 1 milione…

1 2 3 4 5