Privacy Policy
Home / News / La Terra incontra il Mare: l’agroalimentare siciliano in barca a vela

La Terra incontra il Mare: l’agroalimentare siciliano in barca a vela

(di Redazione) Durerà 15 giorni e toccherà le isole minori e alcune delle principali località turistiche della costa settentrionale della Sicilia. È la mini-crociera in barca a vela per promuovere e sostenere le imprese siciliane del comparto ittico e agroalimentare che privilegiano metodi di lavorazioni artigianali e rispettosi della sostenibilità ambientale. La lunga gita in barca di quattro giovani palermitani è il cuore del progetto di co-marketing “La terra incontra il mare” ideato da Manfredi Barbera titolare della “Premiata Oleifici Barbera” di Palermo e messo in campo dal Cofiol, il Consorzio filiera olivicola presieduto da Alessandro Chiarelli, su incarico del Dipartimento Regionale della Pesca. Coinvolte alcune aziende partner: Coalma, azienda di lavorazione e trasformazione di prodotti del mare, partecipa con il tonno rosso del Mediterraneo lavorato secondo la tradizionale cottura dei tranci in acqua e sale; Mare Puro, azienda specializzata nella trasformazione e commercializzazione della pregiatissima bottarga di tonno ottenuta secondo tecniche di lavorazione artigianali, uno dei prodotti simbolo della tradizione della costa trapanese; Pandittaino, Cooperativa agricola specializzata nei processi di trasformazione del grano duro siciliano, dallo stoccaggio fino alla panificazione; Zappalà, unica azienda regionale nel settore caseario gestita da una famiglia siciliana, partecipa con il pecorino siciliano Doc, formaggio della tradizione per eccellenza, emblema della più alta artigianalità casearia di Sicilia; Agromonte, impresa conserviera, ubicata a Chiaramonte Gulfi in provincia di Ragusa, leader per la produzione di pomodori ciliegino e pomodori semisecchi; Premiati Oleifici Barbera, lo storico marchio siciliano di olio extra vergine di oliva, il primo ad averlo commercializzato nelle bottiglie di vetro, è stato fondato nel 1894 dall’omonima famiglia, oggi rappresentata da Manfredi Barbera. Per il progetto “La Terra incontra il Mare” parteciperà con l’olio extravergine di oliva a Indicazione Geografica Protetta, prodotto con olive raccolte esclusivamente in Sicilia.

Si parte oggi con Cefalù, domani Lipari e Panarea nelle Eolie, e a seguire Ustica, San Vito Lo Capo, Favignana e Marettimo nelle Egadi e infine Palermo, il 3 e 4 agosto, con tappe all’Addaura, Mondello, Capo Gallo, Sferracavallo e Isola delle Femmine.

La barca a vela, partita eri al tramonto dal porticciolo della cala di Palermo, facilmente riconoscibile dal logo dell’iniziativa, si avvicinerà alle imbarcazioni da diporto per distribuire il “Sacchetto delle bontà“, contenente una selezione di prodotti siciliani e pane tipico, il tutto condito con l’olio extra vergine Igp Sicilia di Premiati Oleifici Barbera. All’interno del sacchetto anche del materiale informativo di approfondimento, con le indicazioni sulle proprietà nutrizionali, organolettiche e sulla valenza in termini di sostenibilità ambientale ed etica del cibo offerto.

Alle attività in mare si affiancheranno, nei luoghi di attracco della barca, tutti ad alta affluenza turistica in questi giorni di piena estate, anche le degustazioni a terra. Fondamentale, inoltre, il supporto de L’Arcipelago Conad attraverso la promozione, nei sei punti vendita delle tre provincie coinvolte (Palermo, Trapani e Messina), dei prodotti delle aziende partner di La Terra incontra il Mare. Così chi, in rada o sul molo, ha avuto modo di apprezzare le prelibatezze dell’agroalimentare siciliano, potrà acquistarli facendo cambusa nei luoghi di attracco.

«La terra incontra il mare – afferma Manfredi Barbera, ideatore dell’iniziativa – permette di riunire intorno all’olio extravergine di oliva i prodotti del comparto ittico e dell’agroalimentare. Il tutto in un ottica di minor impatto possibile: non a caso come veicolo attraverso il quale saranno promossi i prodotti delle eccellenze siciliane è stata scelta una barca a vela che non inquina. Questa idea promuove la possibilità di fare rete sia tra pubblico e privato che tra le realtà siciliane d’eccellenza dell’ittico conserviero e dell’agroalimentare. La sfida dei prossimi anni di La Terra incontra il Mare sarà quella di superare i confini dell’isola e portare la Sicilia nel Mediterraneo».

“L’iniziativa – afferma Dario Cartabellotta, dirigente generale del Dipartimento Pesca dell’assessorato regionale all’agricoltura e alla pesca mediterranea – s’inserisce nel più ampio progetto Sicilia Seafood che ha l’obiettivo di migliorare la qualità dei prodotti della pesca mediante la certificazione della salubrità, della sostenibilità ambientale e degli aspetti etici dei sistemi produttivi. Il progetto La Terra incontra il Mare che si concretizza in un’attività promozionale basata su un’azione di co-marketing tra aziende d’eccellenza siciliane: è il modo migliore per valorizzare la produzione ittica (dal pesce fresco a quello trasformato) mettendolo in connessione con tutti gli altri prodotti dell’agroalimentare”.

Queste le tappe in mare:

·      20/22 luglio tappa a Cefalù;
·      22/27 luglio tappa alle Eolie (Lipari, Panarea, Salina);
·      27/29 luglio tappa a Ustica;
·      29/30 luglio tappa a San Vito Lo Capo;
·      30 luglio/2 agosto tappa alle Egadi (Favignana, Marettimo);
·      3/4 agosto tappa a Palermo – litorale da Isola delle Femmine all’Addaura.