Privacy Policy
Home / Agricoltura / Contadini custodi della biodiversità dell’Etna con il progetto Sew

Contadini custodi della biodiversità dell’Etna con il progetto Sew

progetto-sew

(di Angela Sciortino) Parte giovedì 25 gennaio il percorso formativo per contadini custodi. A Milo, sull’Etna, nel locale di piazza Belvedere messo a disposizione dal Comune, dalle 15,30 alle 18,30 è in programma il primo dei cinque seminari previsti nell’ambito di Sew – Save the Etna world, il progetto della Rete Fattorie Sociali Sicilia, sostenuto da Fondazione con il Sud, e selezionato con il bando Ambiente 2015.

progetto-SewIl progetto Sew è finalizzato al monitoraggio, alla protezione e all’educazione alla biodiversità dell’ambiente etneo. I cinque seminari previsti dal progetto, ciascuno della durata di tre ore, sono destinati alla formazione di venti “Contadini Custodi” della biodiversità del territorio del Parco dell’Etna.

Durante il seminario introduttivo verranno presentate le principali tematiche inerenti la biodiversità etnea e le peculiarità delle specie vegetali usate in agricoltura e presenti nel territorio del Parco dell’Etna. Un’attenzione particolare sarà data ai cosiddetti frutti antichi che caratterizzano l’agricoltura delle pendici del vulcano.

I lavori saranno introdotti da Salvatore Cacciola, presidente della Rete Fattorie Sociali Sicilia, mentre i relatori saranno Stefano La Malfa, ordinario del Dipartimento Di3A dell’Università di Catania e l’agronomo Carmela Bonfanti, dirigente dell’Assessorato Agricoltura della Regione Siciliana.